News
13/02/2018

Il regista Diego Olivares giovedì 15 febbraio al Cineporto di Bari per “Registi fuori dagli sche(r)mi”

rfds_olivares

La settima edizione della rassegna di cinema internazionale “Registi fuori dagli sche[r]mi”, prosegue con la proiezione di uno dei film italiani più discussi e sorprendenti dell’anno: “Veleno” di Diego Olivares.

Evento di chiusura dell’ultima Settimana della Critica del Festival di Venezia, il film sarà proiettato giovedì 15 febbraio alle 20.30 al Cineporto di Bari (ingresso libero fino a esaurimento posti). Alla visione sarà presente il regista Diego Olivares insieme al critico Anton Giulio Mancino e Luigi Abiusi, direttore artistico della rassegna e direttore di Uzak.it.

Con un cast d’eccezione che vede tra i protagonisti Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo e Salvatore Esposito, il film, ambientato nella terra dei fuochi, si basa su una storia vera, ed è un intreccio struggente tra storia d’amore, denuncia dell’inquinamento e delle collusioni tra camorra e politica, inno alla terra e al suo retaggio. Film di grandi interpretazioni, probabilmente la migliore prova attoriale di Luisa Ranieri, la regia di Olivares snoda una narrazione serrata eppure piena di emozioni, a cui contribuisce la favolosa colonna sonora di un Enzo Gragnianiello in stato di grazia.

“Registi fuori dagli scheRmi” è prodotto da Apulia Film Commission e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2007-2013 e del P.O.R. Puglia 2014-2020 – Asse VI Obiettivo Tematico 6.7.

 

12/02/2018

“The Gulls” di Ella Manzheeva al Cineporto di Bari per il secondo appuntamento di “I Dispersi verso Est”

Prosegue al Cineporto di Bari la rassegna a ingresso libero “I disperi verso Est”, ciclo di proiezioni dedicato al cinema russo contemporaneo organizzato da Apulia Film Commission e l’associazione La scatola blu.

Per il secondo appuntamento della rassegna, in programma martedì 13 alle 21, sarà proiettato il film “The Gulls” (2015, titolo originale “Chaili”) di Ella Manzheeva. La pellicola sarà introdotta da Olga Novitchkiva, rappresentante del Centro di Cultura Russa di Puglia “Barigrad”.

I marinai credono che i gabbiani siano le anime dei loro compagni morti in mare. Le loro grida, potenti e misteriose, cantano la storia di Elza, giovane donna della remota regione russa della Kalmykia, moglie infelice di un pescatore, bloccata in una storia senza amore che vorrebbe poter interrompere. La morte all’improvviso interviene laddove il coraggio è mancato. È una libertà prima sconosciuta entra nella vita di questa donna.

“I Dispersi verso Est” è prodotto da Apulia Film Commission e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il Patto per la Puglia – Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2014-2020.

08/02/2018

“Registi fuori dagli sche(r)mi” al CineLab del Cineporto di Lecce con “First Shot” di Federico Francioni e Yan Cheng

Continua la settima edizione della rassegna di cinema internazionale di cinema “Registi fuori dagli sche[r]mi”, con la proiezione di uno dei film italiani più importanti del 2017: “First Shotdei registi Federico Francioni e Yan Cheng.

Vincitore all’ultima edizione del Festival di Pesaro, una delle manifestazioni di ricerca più importanti d’Europa fondata da Pier Paolo Pasolini, il film sarà proiettato giovedì 8 febbraio alle 20.30 al Cineporto di Lecce (ingresso libero fino a esaurimento posti). Alla visione sarà presente uno dei due registi, Federico Francioni, insieme a Luigi Abiusi, direttore artistico della rassegna e direttore di Uzak.it.

Apprezzato dalla critica internazionale e considerato come uno dei migliori documentari degli ultimi anni, First Shot racconta la situazione di spaesamento, di caos, di sradicamento identitario della Cina contemporanea attraverso tre storie e tre prospettive. Il primo sparo del titolo si riferisce a quello avvenuto nel 1911 da cui era partita la rivoluzione. Ma il film, comunque, è tutto concentrato sul presente, sulle nuove metropoli, sui nuovi mezzi di comunicazione e sulle nuove censure.

“Registi fuori dagli scheRmi” è prodotto da Apulia Film Commission e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2007-2013 e del P.O.R. Puglia 2014-2020 – Asse VI Obiettivo Tematico 6.7.

 

06/02/2018

Al via martedì 6 febbraio al Cineporto di Bari “I dispersi verso Est”, rassegna sul cinema russo contemporaneo

dispersi

Il cinema russo trae dalla sua terra d’origine molti degli elementi che ne costituiscono l’anima: la vastità di una produzione spesso sconosciuta; un passato storico non di rado schiacciante; mille contraddizioni che se apprese con superficialità danno luogo a pregiudizi ingiustificati. Cosa sappiamo in Occidente del cinema russo contemporaneo?

 

Ben poco, se si escludono i grandi nomi, e di questi grandi nomi noi vogliamo rintracciare l’eredità e dimostrare come la loro lezione abbia dato origine a una delle produzioni cinematografiche contemporanee più ricche, variegate e seducenti. E non a caso usiamo questo termine: il cinema russo seduce e affascina.

 

Affascina con la bellezza dei suoi paesaggi, lo sguardo dolce e tagliente delle sue donne, la follia di una gioventù in cui è bello poter riporre la speranza per il domani. Affascina perché così immensa da costituire una imperdibile occasione per ogni viaggiatore romantico e curioso. E alcuni dei viaggi più belli, lo sappiamo, sono quelli che la nostra mente compie davanti allo schermo di un cinema.

 

Per questi motivi Apulia Film Commission e l’associazione La scatola blu hanno organizzato la rassegna “I disperi verso Est”, un ciclo di quattro film che per quattro martedì, dal 6 al 27 febbraio alle 21, saranno proiettati al Cineporto di Bari (ingresso libero), con ospite Olga Novitchkiva, rappresentante del Centro di Cultura Russa di Puglia “Barigrad”. In contemporanea alla rassegna, sarà allestita una mostra dell’artista Carla Indipendente.

S’inizia domani, martedì 6, con il film “Test” (2014, titolo originale “Ispytanie”) di Alexander Kott. Il film è incentrato su quattro temi: l’attesa, la solitudine, la scoperta, l’amore. Il paesaggio russo, immenso e magico, disegnato dalla mano di un pittore in preda ai sogni. Storia d’amore tenera e poetica come solo un giovane sentimento sa essere, nel silenzio di una terra che sembra dimenticata dagli uomini.

Il martedì successivo, 13 febbraio, sarà proiettato “The Gulls” (2015, titolo originale “Chaili”) di Ella Manzheeva. Un ritratto in nero, anzi, in blu scuro, di un matrimonio senza amore, di una passione silenziosa e di una regione della Russia sconosciuta, i cui profumi e colori non guardano ad Occidente, bensì all’Oriente della Mongolia e della Cina, il cui retaggio vibra ancora negli sguardi e nel sangue.

In terzo appuntamento, martedì 20, è con il lungometraggio “Rag Union” (2015, titolo originale “Tryaoichnyy soyuz”) di Mikhail Mestetskiy. La vicenda è ambientata in una Mosca anonima e senza pulsioni, il giovane Vanya si imbatte in un gruppo di strambi ragazzi. Sono i membri della Rag Union, un “corpo speciale” di giovanissimi con uno scopo ben preciso: cambiare il mondo e la vita di Vanya.

Infine, martedì 27, proiezione del film “Angels of Revolution” (2014, titolo originale “Angely revolyutsii”) di Aleksey Fedorchenko. Una volta era la religione lo strumento per eccellenza di conquista e sottomissione dei popoli. Ma nella Russia sovietica, che ha rinnegato tutte le divinità, lo scopo di conquistare i popoli della steppa alla causa della Madre Russia sarà data ad una forza ancor più grande della religione: l’Arte, le cui muse si scontreranno con le antiche divinità dei boschi russi.

“I Dispersi verso Est” è prodotto da Apulia Film Commission e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il Patto per la Puglia – Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2014-2020.

 

02/02/2018

Avviso Pubblico SOCIAL FILM FUND CON IL SUD

Avviso Pubblico SOCIAL FILM FUND CON IL SUD. La Fondazione Apulia Film Commission e la Fondazione con il Sud comunicano la pubblicazione dell’Avviso Pubblico relativo alla produzione esecutiva di opere audiovisive e attività di valorizzazione del Terzo Settore, nell’ambito del Patto per la Puglia FSC 2014-2020 “Turismo, Cultura e Valorizzazione delle risorse naturali” e cofinanziamento da Fondazione Con il Sud – CUP B39D17015690007.

Tutti i dettagli al seguente indirizzo: www.apuliafilmcommission.it/bandi-e-fornitori

22/01/2018

Al via in Puglia le riprese di “Un nemico che ti vuole bene” di Denis Rabaglia con Diego Abatantuono e Antonio Folletto

Iniziano da Acquaviva delle Fonti, lunedì 22 gennaio, le riprese del film “Un nemico che ti vuole bene” diretto dal regista italo svizzero Denis Rabaglia.

Protagonisti del lungometraggio, scritto da Heidrun Schleef, Denis Rabaglia, Luca De Benedittis, Diego Abatantuono e David Mcwater, sono gli attori Diego Abatantuono e Antonio Folletto. Con loro, tra gli altri, Sandra Milo, Antonio Catania, Ugo Conti, Massimo Ghini, Andrea Preti, Roberto Ciuffoli, Gisella Donadoni e i giovani Annabella Calabrese e Mirko Trovato.

Dopo Acquaviva delle Fonti, le riprese in Puglia continueranno per 5 settimane tra Trani, Bisceglie, Bari, Lecce, Poggiardo, Cavallino, Tricase, Monteroni, Casarano e Copertino, per poi proseguire per una settimana a Gstaad in Svizzera. Il film sarà in sala il prossimo autunno.

Prodotto da Falkor Production, Turnus Film e Viva Productions con il sostegno logistico di Apulia Film Commission, per la realizzazione del film sono impegnate 31 unità lavorative pugliesi.

16/01/2018

Pedro Cabeleira e il suo “Verao Danado” a Registi fuori dagli sche[r]mi | Venerdì 19 gennaio – h. 20:30 – Cineporto di Bari

26169387_1632123853500830_4172008670453916067_n

Continua la settima edizione della rassegna di cinema internazionale di cinema “Registi fuori dagli sche[r]mi”, con la proiezione di uno dei film più importanti del 2017: “Verao Danado” (“Dannata estate”), opera prima del regista portoghese Pedro Cabeleira.

Programmato al prestigioso Festival di Locarno, dove ha conseguito la Menzione Speciale, e al Torino Film Festival, dove è stato proclamato uno dei film più belli del festival, il film sarà proiettato, venerdì 19 gennaio alle 20.30, al Cineporto di Bari (ingresso libero fino a esaurimento posti). Alla visione sarà presente il regista Pedro Cabeleira insieme a Luigi Abiusi, direttore artistico della rassegna e direttore di Uzak.it, e Lorenzo Esposito, critico cinematografico della redazione “Fuori orario” (Raitre) e selezionatore per il Festival di Locarno.

Considerato dalla critica come uno dei migliori film prodotti nel 2017, “Verao Danado” racconta con uno stile diretto, sensuale, a tratti psichedelico, l’ultima estate della giovinezza di Chico, ragazzo portoghese, tra feste, musica elettronica, amori controversi. Colori fosforescenti, danze cariche di erotismo, il ritmo che viene dall’incrocio mai visto e ascoltato prima, di musica classica e techno, “Verao Danado” celebra la vita, senza mezzi termini, anche nel suo malinconico passare alla vita adulta.

“Registi fuori dagli scheRmi” è prodotto da Apulia Film Commission e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2007-2013 e del P.O.R. Puglia 2014-2020 – Asse VI Obiettivo Tematico 6.7.

 

 

16/01/2018

Venerdì 19 gennaio “Vento di soave” al Cinema Impero di Brindisi

Venerdì 19 gennaio alle ore 18,30 e 20,30, il documentario “Vento di soave” verrà proiettato al cinema Impero di Brindisi. Alla proiezione delle 20,30 saranno presenti il regista Corrado Punzi, l’autore Stefano Martella e il produttore Davide Barletti. La giornalista Lucia Portolano introdurrà il film e coordinerà il dibattito.

Il film – selezionato al 35esimo Torino Film Festival – è ambientato a Brindisi e racconta le contraddizioni del progresso e delle sue narrazioni, il conflitto tra territorio e grandi industrie a energia fossile.

L’idea non era di realizzare un’inchiesta su Cerano o sul petrolchimico di Brindisi – precisa il regista Punzi -, bensì un film con un carattere più universale, capace di affrontare un problema cruciale dei nostri giorni. Osservare Brindisi, quindi, significa soltanto osservare l’archetipo di un modello di sviluppo perseguito in diversi Sud del mondo e riproposto ancora oggi, come dimostra anche la costruzione del gasdotto Tap nel Sud Salento. Crediamo che la particolarità del film sia tentare di non appiattirsi solo sul punto di vista di chi si ritiene vittima delle grandi industrie, ma osservare anche l’altra parte, filmando l’addetto stampa della Centrale a carbone e dando spazio al modo in cui il Petrolchimico si è auto-narrato”.

Prodotto dalla Fluid Produzioni di Davide Barletti e dal collettivo cinematografico Muud Film (di Mattia Soranzo, Mattia Epifani e Corrado Punzi), “Vento di soave” ha ottenuto i finanziamenti del Regional Film Fund di Apulia Film Commission. Il film è stato realizzato anche grazie al contributo di: Asl Brindisi, Arci Lecce, Unione dei Comuni di Andrano, Diso e Spongano, Comune di Trepuzzi.

 

Questo il trailer del film: https://video.repubblica.it/edizione/bari/vento-di-soave-il-documentario-di-corrado-punzi-racconta-brindisi-e-i-suoi-veleni/289815/290430

 

15/01/2018

Jadwiga Pinderska-Lech nei Cineporti di Bari e Lecce per gli ultimi due appuntamenti di “La Memoria nelle Immagini – Il racconto cinematografico della Shoah”

Con gli ultimi due incontri in programma nei Cineporti di Puglia, martedì 16 a Bari e mercoledì 17 a Lecce, si chiude “La Memoria nelle Immagini. Il racconto cinematografico della Shoah”, il ciclo di film e seminari realizzato dal Centro Studi, Ricerche e Formazione di Apulia Film Commission della Regione Puglia, nato con l’intento di favorire un approfondimento sulla trasmissione della memoria della Shoah e sulla costruzione dell’immaginario cinematografico che la contraddistingue.

Nelle ultime due giornate la rassegna ospiterà Jadwiga Pinderska-Lech, direttrice della casa editrice del Museo statale di Auschwitz-Birkenau. La Lech domani, martedì 16 alle 15 dopo i saluti del vicepresidente di Apulia Film Commission Giandomenico Vaccari, sarà protagonista al Cineporto di Bari di un incontro al quale parteciperà Aldo Patruno, direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia. Dopo il dibattito seguirà la proiezione del documentario “Austerlitz” (2016) di Sergei Loznitsa.

Il giorno dopo, mercoledì 17 alle 15, dopo l’introduzione del vicepresidente di Apulia Film Commission Giandomenico Vaccari, Jadwiga Pinderska-Lech sarà al Cineporto di Lecce per un altro incontro al quale parteciperanno: Loredana Capone, assessore all’Industria turistica e culturale e alla gestione e valorizzazione dei beni culturali della Regione Puglia, Antonella Agnoli, assessore alla Cultura del Comune di Lecce, Silvia Miglietta, assessore ai Diritti civili e alle politiche giovanili del Comune di Lecce. Durante l’incontro Paolo Paticchio, presidente dell’associazione Treno della Memoria, presenterà “Pagine di memoria”, una rivista edita dall’“Indice Dei Libri Del Mese” e realizzata dal comitato scientifico dell’associazione. A seguire la proiezione di “Austerlitz” (2016) di Sergei Loznitsa.

La rassegna cinematografica, organizzata dall’Università di Bari “Aldo Moro” (Dipartimento di Studi umanistici DISUM-Corso di Storia e Didattica della Shoah) e dall’Università del Salento (Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo-Corsi di Laurea di Area Politologica), in collaborazione con l’Associazione Treno della Memoria-Terra del Fuoco, si rivolge a studenti e docenti delle scuole e delle Università pugliesi che partecipano al Viaggio della Memoria 2017. Curata da Francesca R. Recchia Luciani (docente di Storia della Filosofia dei Diritti Umani-UniBA) e da Daniele De Luca (docente di Storia delle Relazioni Internazionali-UniSalento) e Attilio Pisanò (docente di Diritti Umani e Filosofia del Diritti-UniSalento), la frequenza alla rassegna dà diritto a CFU, il riconoscimento dei quali resta a discrezione di ogni singolo dipartimento universitario/ente scolastico.

“La Memoria nelle immagini. Il racconto cinematografico della Shoah”, è un ciclo di film e seminari realizzati dal Centro Studi, Ricerche e Formazione di Apulia Film Commission e finanziata dalla Regione Puglia-Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020-Patto per la Puglia.

 

13/01/2018

Un anno senza precedenti per Apulia Film Commission e Regione Puglia

Sergio Castellitto Sabrina Ferilli

I numeri parlano chiaro: il 2017 è stato un anno senza precedenti per Apulia Film Commission e Regione Puglia. Con ancora 2 sessioni in fase di valutazione, i risultati di Apulia Film Fund 2017 sono decisamente importanti: nelle cinque sessioni chiuse sono pervenuti 60 progetti filmici registrando una crescita rispetto al 2016 di + 43%, una percentuale destinata ad aumentare essendo la sesta sessione ancora aperta.

Nelle tre sessioni, fino a ora valutate, sono 27 i progetti filmici finanziati con un contributo pari a 2,3 mln di euro per un indotto sul territorio stimato di 6,4 mln e l’impiego di 750 unità lavorative nei diversi settori produttivi per un totale di 446 giornate lavorative. In quest’ultimo anno hanno girato in Puglia personalità del cinema nazionale del valore di Sergio Castellitto, Alessandro Haber, Isabella Ferrari, Sergio Rubini, Ricky Tognazzi, Sabrina Ferilli, Rocco Papaleo e tanti altri, per un budget totale delle produzioni finanziate che ammonta a 27,6 mln di euro.

Intensa e partecipata è stata anche l’attività nei tre Cineporti/Puglia (Bari, Lecce e Foggia) e nella Mediateca Regionale Pugliese: quasi 50mila sono state le presenze registrate nelle quattro strutture, divenute veri e propri contenitori culturali della Regione e che ospitano iniziative anche extra cinema, quasi 500 eventi tra produzioni AFC e ospitate. Il 2017, in più, ha segnato la nascita di un nuovo spazio culturale all’interno del Cineporto di Lecce: il CineLab “Giuseppe Bertolucci”. Una nuova struttura che ha subito accolto i favori del territorio accogliendo nella giornata inaugurale oltre 2000 presenze, tra visitatori e operatori culturali.

La Rete di Festival e le tante iniziative (come i Talk Show e le manifestazioni minori), hanno portato in piazze piccole e grandi del territorio pugliese le eccellenze cinematografiche nazionali e internazionali, tra i tanti ricordiamo: Stephen Frears, Fanny Ardant, Silvio Orlando, Nuri Bilge Ceylan, Dario Argento, Stefania Sandrelli.

Sono stati intensificati anche gli strumenti per cercare nuove storie e nuove produzioni traverso il Forum di Coproduzione, la brandizzazione del MIA – Mercato Internazionale Audiovisivo di Roma- e il Production Value, un prestigioso workshop europeo dedicato alla produzione cinematografica che per il primo anno si sta svolgendo in questi giorni a Lecce.

In quest’ultimo anno, infine, le azioni di promozione dei fondi, delle opportunità produttive e, più in generale, del brand Puglia si sono rivolte, oltre che alle consuete manifestazioni cinematografiche, anche verso nuovi mercati e nuove economie, come quella Sudamericana e Russa.

I dati definitivi del 2017 della Puglia dell’audiovisivo verranno comunicati in un incontro stampa in programma a fine gennaio e al quale parteciperanno tutti gli attori Istituzionali e cinematografici che hanno contribuito alla straordinaria crescita dell’ultimo anno.

 

Archivio contenuti|«3456789 » »|