News
18/09/2017

Isabella Ferrari a Monte Sant’Angelo per i “Talk Show di Apulia Film Commission

ferrari8

L’attrice Isabella Ferrari sarà il protagonista di “Talk Show”, la rassegna di incontri con attori – attrici e registi del cinema italiano organizzata e promossa da Apulia Film Commission, che ha l’obiettivo di divulgare la cultura cinematografica in Puglia.

La Ferrari, mercoledì 20 settembre alle 20, sarà protagonista di un incontro con il pubblico condotto dal giornalista Fabrizio Corallo, nella sala conferenze della biblioteca comunale “Ciro Angelillis” nel centro storico di Monte Sant’Angelo, in provincia di Foggia. Nel corso della serata, l’attrice racconterà i momenti più importanti della propria carriera, attraverso aneddoti, ricordi e testimonianze di set e di vita.

Nata a Ponte dell’Oglio, in provincia di Piacenza, Isabella Ferrari inizia la sua carriera d’attrice con il grande successo in commedie popolari come “Sapore di mare” di Carlo Vanzina e “Chewingum” di Biagio Proietti. Nel 1995, alla sua prima partecipazione alla Mostra del cinema di Venezia, vince la Coppa Volpi come Miglior Atrice non protagonista per il film “Romanzo di un giovane povero” di Ettore Scola.

La consacrazione al festival inaugura una nuova fase della sua carriera caratterizzata da film più impegnati come “Vite in sospeso” di Marco Turco, e nel 2000 “La lingua del Santo” di Carlo Mazzacurati. Dopo il successo mediatico dell serie tv “Distretto di polizia”, la Ferrari è di nuovo richiestissima al cinema. Gira “Caos Calmo” di Antonello Grimaldi con Nanni Moretti e “Un giorno perfetto” di Ferzan Ozpetek. Nella sua carriera artisti ha lavorato con tanti registi, tra questi Mimmo Calopresti, Paolo Sorrentino, Paolo Franchi, Enzo Monteleone, Michele Soavi e tanti altri.

 

18/09/2017

Alla Mediateca Regionale Pugliese al via “La Vita Animata” – Focus sul Cinema di Animazione Europeo incentrato sui temi sociali

21192316_10214852438651487_7683385655777611241_n

I temi sociali al centro della tre giorni “La Vita Animata”, focus sul cinema di animazione europeo che si terrà, dal 18 al 20 settembre, alla Mediateca Regionale di Bari (in via G. Zanardelli 30, ingresso libero).

L’evento ha lo scopo di rendere l’animazione cinematografica, una sorta di specchio della vita che riflette messaggi di umanità e condivisione. Il focus, infatti, sarà arricchito da un workshop sulla tecnica dello stop- motion nel cinema d’animazione, curato della casa di produzione Ateneriena, introduzione alle opere cinematografiche.

Nel corso delle tre giornate di cinema, saranno proiettati sette lungometraggi a iniziare da quelli proposti nella giornata inaugurale (lunedì 18): “La canzone del mare” di Tomm Moore (alle 17) e “La mia vita da zucchina” di Claude Barras (alle 19). Il giorno dopo, martedì 19, sono previste le proiezioni di “Ernest e Celestine” di Vincent Patar (alle 17) e “Phantom Boy” di Jean-Loup Felicioli e Alain Gagnol (alle 19).

Infine, mercoledì 20, saranno tre i film in visione: “L’arte della felicità” di Alessandro Rak (alle 16.30), Arrugas-Rughe di Ignacio Ferreras (alle 18) e “La tartaruga rossa” di Michael Dudok de Wit (alle 20). Tutti i film saranno introdotti da Stefano Capozzo.

Per iscriversi al workshop basta inviare una mail all’indirizzo etrangerspecial@gmail.com, specificando nome cognome e indirizzo di contatto. Si consiglia di munirsi di plastilina o un oggetto da animare. Il workshop si terrà dalle 10 alle 16 nei giorni 19 e 20 settembre, non è obbligatorio avere una reflex ma un supporto in grado di scattare fotografie (smartphone o tablet).

“La Vita Animata” è realizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission, in collaborazione con l’Associazione Culturale Ètranger, e finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale nell’ambito del progetto “Mediateca Regionale” a valere su risorse del POR Puglia FESR 2014-2020 Obiettivo tematico 6.

 

12/09/2017

Al via l’Otranto Film Fund Festival 2017 | 13-17 settembre

A partire da domani mercoledì 13, per cinque giorni fino a domenica 17 settembre, il Fossato del Castello Aragonese di Otranto ospita OFFF – OTRANTO FILM FUND FESTIVAL. Giunto alla IX edizione e realizzato dalla Fondazione Apulia Film Commission in collaborazione con il Comune di Otranto, a partire da quest’anno è diretto da Maria Teresa Cavina. Come ogni anno OFFF si propone di essere un osservatore attento dei fermenti creativi che percorrono il cinema nella regione Adriatico – Ionico – Balcanica e un momento di dialogo e di operatività tra l’Italia e la macro regione.

Il Festival quest’anno presenta per la prima volta una nuova sezione con un concorso dedicato ai cortometraggi di animazione; tra gli otto film selezionati sarà il pubblico a decretare il cortometraggio vincitore del Faro d’Oro.

In anteprima assoluta saranno presentati, fuori concorso, dodici minuti del nuovo lungometraggio d’animazione di Enzo d’Alò Pipì Pupù e Rosmarina “Il mistero delle note rapite”.

Domani, mercoledì 13 settembre, alle 19 presso il fossato del Castello Aragonese, durante la cerimonia di apertura del Festival interverranno per i saluti istituzionali Loredana Capone (Assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia), Pierpaolo Cariddi (Sindaco di Otranto), Giandomenico Vaccari (Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione di Apulia Film Commission), Chiara Coppola (Consigliere di Amministrazione di Apulia Film Commission), Maria Teresa Cavina (Direttore Artistico Otranto Film Fund Festival).

A seguire, l’Orchestra Sinfonica di Lecce e Salento (OLES) diretta da Eliseo Castrignanò sarà protagonista di un concerto sinfonico dedicato alla musica nel cinema. L’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento nasce con l’obiettivo di non disperdere l’importante patrimonio musicale, costruito in oltre quarant’anni di attività concertistica dell’Orchestra leccese, che ha, fra le sue finalità, quelle di promuovere e diffondere la cultura musicale in Italia e all’estero, attraverso la realizzazione di stagioni sinfoniche e liriche.

Dopo il concerto avrà inizio la sezione competitiva del Festival; le pellicole selezionate rappresentano i migliori film realizzati in Italia con il sostegno delle film commission e nella zona Adriatico-Ionico-Balcanica con l’aiuto di fondi nazionali. La Giuria che assegnerà il Faro d’Oro al miglior lungometraggio e il Faro d’Argento alla miglior prestazione tecnica, è composta da: Maricla Affatato (direttrice di doppiaggio, produttrice di film d’animazione e autrice di programmi televisivi e radiofonici), Emilie Deleuze (pluripremiata regista di lungometraggi e figlia del grande teorico del cinema Gilles Deleuze), Barbara Melega (tra i migliori casting director italiani, è stata anche aiuto regista e collaboratrice fissa di importanti registi tra i quali Bernardo Bertolucci, Marco Tullio Giordana e André Techiné), Enzo d’Alò (il più grande autore italiano vivente di film d’animazione, famoso in tutto il mondo per opere quali Momo, La Gabbianella e Il Gatto e Pinocchio), Salvatore De Mola (acclamato sceneggiatore della serie televisiva Il commissario Montalbano ma anche sceneggiatore di film d’autore quale La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu che gli ha valso il David di Donatello 2017 per la miglior sceneggiatura).

I film in concorso saranno presentati dai registi che, il mattino dopo, presso la Sala Triangolare del Castello Aragonese di Otranto, terranno l’ “Incontro con l’autore”, moderato dal critico Massimo Causo, rivolto a studenti universitari e al pubblico per spiegare e condividere il loro universo creativo, un’occasione per comprendere il percorso intellettuale e le scelte artistiche che hanno portato alla realizzazione della loro opera e il background socioculturale che ne ha determinato l’esistenza.

Info e programma su www.otrantofilmfundfestival.it

 

12/09/2017

Al via le riprese di “In viaggio con Adele” di Alessandro Capitani

Adele, una ragazza venticinquenne con la sindrome di Asperger, non ha mai conosciuto suo padre e vive da sempre sotto l’ala protettiva della mamma Margherita. Tutto cambia quando la sua esistenza viene stravolta proprio dalla morte improvvisa di quest’ultima. Abbandonata da tutti i parenti, che non hanno nessuna intenzione di prendersene cura, Adele incontrerà Aldo, un vecchio attore sessantacinquenne, convocato in Puglia proprio per un ultimo saluto alla defunta Margherita.

E’ la vicenda che si racconta nel film “In viaggio con Adele” diretto da Alessandro Capitani, regista che ha vinto il David di Donatello con il cortometraggio “Bellissima”, che a partire da oggi, lunedì 11 settembre e fino al 10 ottobre, si girerà in Puglia tra Ascoli Satriano, Foggia, Lucera, San Nicandro Garganico, Zapponeta, Torre Mileto e Borgo Mezzanone.

Nato da un soggetto di Alessandro Haber, Tonino Zangardi e Nicola Guaglianone, quast’ultimo autore anche della sceneggiatura, il film vede come interpreti Alessandro Haber, Sara Serraiocco e Isabella Ferrari.

Prodotto da Isabella Cocuzza e Arturo Paglia per Paco Cinematografica con sostegno logistico di Apulia Film Commission, per la realizzazione del film sono impegnate 29 unità lavorative pugliesi.

 

11/09/2017

Online il bando per partecipare all’ottava edizione di Apulia Film Forum

Sarà la città di Vieste, dal 16 al 18 novembre 2017, ad accogliere l’ottava edizione di “Apulia Film Forum”. Una collaborazione che conferma il primario interesse di Apulia Film Commission per un territorio speciale come quello di Vieste, che da sempre si distingue anche per le sue qualità professionali e culturali.

La Fondazione Apulia Film Commission, quindi, torna anche quest’anno con “Apulia Film Forum” il cui obiettivo è di favorire l’incontro e le partnership tra gli operatori del settore audiovisivo, affinché sviluppino buone sinergie per realizzare i progetti filmici in coproduzione da girare in tutto o in parte in Puglia.

La Regione Puglia ha messo l’internazionalizzazione alla base delle sue politiche di sviluppo – precisa Loredana Capone, assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia – Questo vale per tutti i settori produttivi ma, ancor di più, per il settore cinematografico. “Apulia Film Forum” è, dunque, parte integrante del sistema di aiuti all’industria dell’audiovisivo ma, nello stesso tempo, dialoga con il turismo, l’artigianato, il manifatturiero di qualità, il design, l’agroalimentare, i beni culturali, paesaggistici e naturali. Siamo all’ottava edizione del Forum. Il mondo del Cinema internazionale conosce ed è abituato a frequentare la Puglia. La scelta di Vieste per la prossima edizione del Forum, significa che la Puglia sceglie di reagire e combattere con le armi della cultura e della bellezza la battaglia per uno sviluppo incompatibile con la violenza e l’illegalità, a Foggia, come in qualsiasi altro territorio della Regione”.

Ai partecipanti viene offerta la possibilità di lavorare insieme all’interno del Forum, per discutere e presentare i loro progetti filmici avendo l’opportunità di “testarli” nella loro fase di sviluppo e, quindi, di entrare in contatto con potenziali cofinanziatori, che li aiuteranno nelle fasi successive della produzione.

Apulia Film Forum è uno degli appuntamenti più importanti e qualificanti che Apulia Film Commission realizza – commenta Maurizio Sciarra, presidente di Apulia Film Commission -. Si conferma uno dei progetti di punta che la Regione Puglia ha per spingere imprese e talenti italiani e pugliesi a cimentarsi con il mercato delle coproduzioni, divenuto di nuovo strategico per il cinema e l’audiovisivo Italiano, così come la nuova Legge Cinema sancisce. Ma è altresì occasione di un’importante e qualificata vetrina della nostra regione, dei suoi magnifici territori, così diversi tra loro, nei confronti di autori e produttori stranieri. La loro presenza in Puglia è occasione di conoscenza di una regione che sempre di più si conferma “amica del cinema”, e territorio dove chiunque faccia cinema può trovarsi a suo agio. Insieme all’accordo con Film London, ai seminari di formazione per produttori realizzati con Maia Workshop, alla convenzione con il Centro Sperimentale di Cinematografia, il Forum diviene momento di crescita e maturità per l’industria dell’audiovisivo, in grado di attrarre risorse e talenti da ogni parte del mondo”.

Il programma prevede incontri tra produttori per favorire processi di coproduzione e uno scambio di best practices al fine di migliorare le modalità operative dei professionisti coinvolti, indirizzandoli verso la scelta della Regione Puglia quale location per i propri progetti audiovisivi. I progetti partecipanti saranno presentati dai rispettivi produttori con la particolarità di essere parzialmente finanziati e in cerca di ulteriori coperture per portare a termine il progetto filmico. Il compito del Forum è, infatti, quello di organizzare incontri one to one tra i referenti dei progetti e possibili finanziatori.

Anche nell’edizione 2017, si rinnovano le due sezioni: italiana ed estera. La sezione Italia è rivolta a progetti audiovisivi di produttori nazionali in cerca di coproduttori stranieri. La sezione Estero, invece, è rivolta a progetti audiovisivi di produttori provenienti da qualunque altra parte del mondo in cerca di coproduttori o produttori esecutivi italiani.

Per accedere ad entrambe le sezioni, i progetti filmici – lungometraggi di finzione o documentari – devono essere in fase di sviluppo, con almeno il 30% del budget assicurato, e prevedere che le riprese siano realizzate in tutto o in parte in Puglia.

La selezione dei progetti partecipanti sarà effettuata da una Commissione di valutazione, tenendo conto dei requisiti di ammissibilità. E’ possibile scaricare il Bando di partecipazione dal sito www.forum.apuliafilmcommission.it, mentre la scadenza per iscrivere i progetti è fissata al 7 ottobre 2017. Gli esiti della valutazione saranno pubblicati sul sito www.forum.apuliafilmcommission.it

Con tale evento, la Fondazione Apulia Film Commission completa la propria strategia di costruzione della filiera industriale dell’audiovisivo, consentendo lo scambio di buone pratiche produttive, oltre che di risorse finanziarie, per consentire e facilitare la realizzazione di film in Puglia.

 

09/09/2017

“Tulipani – Love, Honour and a Bicycle” di Mike Van Diem al Toronto International Film Festival 2017

“Tulipani” – love, honour and a bicycle-, diretto dal Premio Oscar Mike Van Diem sarà presentato al Toronto International Film Festival 2017 – sezione Contemporary World Cinema-. Il film, co-prodotto da Olanda (Fatt productions), Italia (Draka Production, Stemo Productions) e Canada (Dan Carmody Productions), è stato girato quasi interamente in Puglia ed è sempre pugliese la co-produzione italiana capofila: la Draka Production di Corrado Azzollini. Internazionale è anche il cast, che vanta però diversi protagonisti del cinema italiano come Donatella Finocchiaro, Lidia Vitale, Giorgio Pasotti, Giancarlo Giannini e i tre pugliesi Michele Venitucci,Totò Onnis e Mingo De Pasquale.

 

Avere Tulipani a Toronto è motivo di grande orgoglio, come produttori, come italiani e come pugliesi – dichiara il produttore della Draka Corrado Azzollini -. Il film parla soprattutto italiano ed è nel Sud Italia che si snoda questa storia piena di colori, di grandi emozioni e paure, di umorismo e tragedia, proprio come la vita. Rappresentare l’Italia e la Puglia in uno dei festival più importanti al mondo ci ripaga già degli sforzi di una lunga produzione e ci da un forte slancio per i progetti futuri, anche in vista di nuove co-produzioni internazionali”.

 

Tulipani ha ricevuto diversi contributi, tra cui quello dell’Eurimages (European Cinema Support Fund), del Mibact e, nel 2015, dell’Apulia Film Fund della Regione Puglia in collaborazione con Apulia Film Commission.

 

Un regista Premio Oscar, Mike Van Diem, una coproduzione italiana, olandese e canadese, che vede la pugliese Draka coinvolta in un grande progetto internazionale: questi gli ingredienti che portano “Tulipani” a Toronto, in concorso – ha dichiarato Maurizio Sciarra, presidente di Apulia Film Commission – Questo è uno dei risultati della politica di internazionalizzazione delle imprese, dei talenti e della creatività pugliese che Regione Puglia e Apulia Film Commission perseguono. Il film, che gode del contributo dell’Apulia Film Commission e della Regione Puglia, è la dimostrazione che il sostegno della Film Commission non si ferma alla produzione dei film. Il Forum di coproduzione, gli accordi con Film London, i seminari di formazione dei produttori realizzati con Maia Workshop, sono tasselli di un mosaico che consente ai talenti pugliesi di affermarsi nel grande mercato delle idee, quello globale. A “Tulipani”, ai suoi produttori, al regista Mike Van Diem il nostro più sincero augurio di grandi risultati”.

 

“Tulipani” è un racconto meraviglioso di riscoperta delle proprie radici, una giovane di Montreal arriva in un piccolo villaggio del Sud Italia per spargere le ceneri di sua madre e si ritrova coinvolta in una serie di sconvolgenti e bizzarre storie familiari, tra vecchie amicizie e faide che chiamano vendetta.

 

08/09/2017

È online il bando per partecipare all’ottava edizione dell’Apulia Film Forum

La Fondazione Apulia Film Commission presenta l’ottava edizione dell’Apulia Film Forum, in programma nei giorni 16-17-18 novembre 2017 a Vieste.

L’obiettivo dell’Apulia Film Forum è di sostenere i progetti filmici che abbiano un legame con l’Europa e con il Mediterraneo, favorendo l’incontro e le partnership tra gli operatori del settore. Ai partecipanti sarà offerta la possibilità di lavorare insieme all’interno del Forum, per discutere e presentare i loro progetti avendo così l’opportunità di “testarli” nella loro fase di sviluppo e di entrare in contatto con potenziali cofinanziatori che li aiuteranno nelle fasi successive della produzione.

La scadenza per iscrivere i progetti è il 7 ottobre 2017. Maggiori informazioni, unitamente alle modalità di partecipazione, sono disponibili all’indirizzo: www.forum.apuliafilmcommission.it.

07/09/2017

Margherita Buy e Laura Morante protagoniste all’81^ Edizione della Fiera del Levante

buymorante

All’81^ edizione della Fiera del Levante due star del cinema italiano: Margherita Buy e Laura Morante. Con la rassegna “Il Mondo Nuovo”, dopo la positiva esperienza dello scorso anno, Apulia Film Commission e Fiera del Levante continuano il percorso di riflessione sul concetto di multiculturalismo e del suo rapporto con il cinema, indicando problemi e possibili soluzioni per un tema molto delicato. La ricostruzione storica e la scelta intimista, i toni della commedia e il pamphlet sociologico, l’indagine antropologica e il confronto culturale: approcci diversi alla materia che però rivelano uno sguardo tutto italiano sulle evoluzioni sempre più rapide e complesse del nostro tessuto sociale e del mondo nel quale ci muoviamo.

In più quest’anno, per la prima volta, ad aprire e chiudere l’iniziativa ci saranno due prestigiosi “Talk Show” tenuti da due grandissime attrici: Margherita Buy (sabato 9 alle 20) e Laura Morante (sabato 16 alle 20), due star internazionali che nella loro prestigiosa carriera sono state maschere e figure di alcuni dei personaggi femminili più complessi ed importanti della cinematografia mondiale. I due incontri, condotti dal giornalista Fabrizio Corallo, si terranno all’interno della nuova Arena dell’Apulia Film House (ex Palazzo del Mezzogiorno), che per la prima volta sarà aperta al pubblico. Le due attrici racconteranno i momenti più importanti della loro carriera, attraverso aneddoti, ricordi e testimonianze di set e di vita.

La rassegna cinematografica “Il Mondo Nuovo”, in programma dal 9 al 16 alle 20 all’Arena dell’Apulia Film House (in caso di pioggia gli incontri e le proiezioni si terranno nella sala proiezione del Cineporto di Bari), prevede anche un ciclo di 6 film introdotti da 5 critici cinematografici e dallo sceneggiatore pugliese Salvatore De Mola, quest’anno vincitore insieme con Ugo Chiti e Gianfranco Cabiddu del David di Donatello per la sceneggiatura per il film “La stoffa dei sogni” di Gianfranco Cabiddu.

Ad aprire il ciclo di proiezioni, domenica 10, sarà “Io sono Li” (Ita- Fra, 2011) di Andrea Segre, film che sarà introdotto da Antonella Gaeta. La pellicola, con Zhao Tao, Rade Serbedzija, Marco Paolini, Roberto Citran e Giuseppe Battiston, racconta l’inquietudine e la determinazione di una madre cinese nell’Italia immobile della Laguna.

Si prosegue, lunedì 11, con “L’assedio” (Ita – GB, 1999) di Bernardo Bertolucci, pellicola introdotta da Antongiulio Mancino. Interpretato da David Thewlis, Thandie Newton, Massimo De Rossi, Claudio Santamaria, Paul Osul e Veronica Lazar, nel film si racconta il fascino del confronto, elementare ma fondamentale tra un uomo e una donna in uno spazio delimitato e in un tempo sospeso è autentico e intatto.

Il terzo film in programma, martedì 12, è “Nuovomondo” (Ita, 2006) di Emanuele Crialese, con Charlotte Gainsbourg, Vincenzo Amato, Francesco Casisa, Aurora Quattrocchi, Filippo Pucillo e Isabella Ragonese. Introdotto da Angela Bianca Saponari, il film parla del viaggio della speranza di una famiglia siciliana, i Mancuso. In nave, il capofamiglia Salvatore si innamora di una misteriosa americana in cerca di marito.

A introdurre il film “La stoffa dei sogni” (Ita, 2016) di Gianfranco Cabiddu, mercoledì 13, sarà lo sceneggiatore barese Salvatore De Mola. Interpretato da Sergio Rubini, Ennio Fantastichini, Alba Gaïa Kraghede Bellugi e Renato Carpentieri, con De Mola ci sarà Antongiulio Mancino che introdurrà la pellicola in cui si racconta la capacità del teatro di trasformare, ma anche sublimare, la realtà.

In “Ameluk” (Ita, 2015) di Mimmo Mancini, in programma giovedì 14, affronta il tema dell’integrazione e immigrazione per combattere i pregiudizi e i razzismi religiosi. Primo lungometraggio da regista dell’attore Mimmo Mancini, il film è interpreto dello stesso regista e dagli attori Mehdi Mahdloo Torkaman, Claudia Lerro, Francesca Giaccari, Dante Marmone, Roberto Nobile, Cosimo Cinieri, Paolo Sassanelli e l’amichevole partecipazione di Rosanna Banfi. La pellicola sarà introdotta da Francesco Monteleone.

Infine, venerdì 15, sarà Livio Costarella a introdurre il film “La bella gente” (Ita, 2009) di Ivano De Matteo, con Monica Guerritore, Antonio Catania, Iaia Forte, Elio Germano, Giorgio Gobbi e Victoria Larchenko.

La rassegna “Il mondo nuovo” e l’iniziativa “Talk Show”, realizzata da Apulia Film Commission e finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia, in occasione dell’81^ edizione della Fiera del Levante.

05/09/2017

Al via all’Accademia del Cinema Ragazzi – San Pio al via “Le finestre buie”, progetto di residenza artistica cinematografica

È iniziato Le Finestre Buie, un percorso di formazione cinematografica con protagonisti 4 cineasti italiani under 35 che dovranno realizzare altrettanti film brevi ambientati nel quartiere San Pio di Bari. Il progetto, che inizia oggi 4 settembre e durerà fino al 27 ottobre, è ideato dalla Cooperativa Sociale GET, realizzato negli spazi dell’Accademia del Cinema Ragazzi con il sostegno di SIllumina (SIAE e MIBACT), con il patrocinio del Comune di Bari- Assessorato alle Politiche Educative e Giovanili e dell’Apulia Film Commission e un contributo della SODET.

Nato come percorso per incentivare il dialogo creativo tra cinema e periferia, a partire dal racconto di un luogo, il quartiere San Pio di Bari, quattro cineasti italiani avranno l’occasione unica di esplorare un ambiente denso di storie e umanità sperimentando un cinema fortemente legato alla realtà ospitante, in continuo scambio con il territorio e i suoi abitanti. Durante il percorso formativo i partecipanti si immergeranno nel quartiere affiancati da tutor d’eccellenza, Leonardo Di Costanzo, Pierpaolo Piciarelli e Martina Di Tommaso che offriranno loro gli strumenti di riflessione e d’indagine necessari a comprendere il contesto reale prima di poterlo interpretare. Ognuno dei cineasti sarà chiamato a ideare, scrivere e realizzare un cortometraggio che possa raccontare il quartiere, attraverso un personaggio, un nucleo familiare, un luogo o una particolare tematica. Ognuno dei cineasti sarà regista operatore e montatore del proprio film.

Il progetto Le Finestre buie nasce come tentativo di avvalersi del cinema come buona pratica, come capacità di racconto” – ha dichiarato il coordinatore di progetto e dell’Accademia del Cinema Ragazzi Ruggiero Cristallo-. “Ci piace l’idea di poter raccontare attraverso il cinema il quartiere San Pio, ma non tanto nei suoi aspetti più complessi e faticosi, nelle sue difficoltà ad evolversi nonostante gli sforzi e la volontà dei tanti cittadini, ma soprattutto nella sua capacità di alzare la testa e far sentire la sua voce. Ci piace inoltre l’idea che raccontare il quartiere è un modo alternativo per mantenere alta l’attenzione delle Istituzioni, che comunque sono molto presenti negli ultimi tempi. E penso all’Associazione Ragazzi San Pio recentemente costituitasi. Solo 10 anni tutto ciò era assolutamente inimmaginabile”.

Il percorso formativo sarà diviso in tre fasi.

1. Ideazione: i cineasti saranno introdotti alla ricerca e all’indagine sul quartiere da Leonardo Di Costanzo regista del L’Intervallo e L’Intrusa;

2. Scrittura: a seguito della ricerca sul campo ci sarà un intensivo workshop di sceneggiatura tenuto dallo scenggiatore Pierpaolo Piciarelli, autore del corto di borgata Quasi eroi (Nastro d’argento al miglior cortometraggio 2016);

3. Realizzazione: i cineasti gireranno le sceneggiature e monteranno i loro film affiancati dalla regista Martina Di Tommaso, autrice del film di famiglia Via della felicità e docente di regia presso l’Accademia del Cinema Ragazzi.

A fine novembre è previsto un evento di presentazione dei lavori realizzati, al fine di restituire una visione collettiva al quartiere e all’intero territorio cittadino.

Per informazioni www.accademiadelcinemaragazzi.it e la pagina fb Accademia del cinema Ragazzi Enziteto

 

04/09/2017

La IX edizione di OFFF – Otranto Film Fund Festival dal 13 al 17 settembre

Dovecadonoleombre_foto2

Sono state annunciate le nuove date della IX edizione di OFFF – Otranto Film Fund Festival, diretto da Maria Teresa Cavina, che si terrà a Otranto dal 13 al 17 settembre 2017 presso il fossato del Castello Aragonese, nuova location dove si svolgeranno tutte le proiezioni.

È una bella sfida che ho accolto con gioia perché il cinema di cui si occupa OFFF – dichiara la direttrice Maria Teresa Cavina – è oggi più che mai percorso da grandi fermenti creativi dopo i rallentamenti dovuti alla terribile guerra e perché sono orgogliosa di contribuire all’inarrestabile crescita del “sistema cinema” creato dalla Regione Puglia e dall’Apulia Film Commission che ha messo la Puglia sulla mappa internazionale del grande cinema e di dirigere un festival proprio a Otranto, una città meravigliosa la cui municipalità mette al centro della propria politica lo sviluppo di un turismo d’eccellenza che si nutre di cultura e rispetto per la natura”.

Maria Teresa Cavina ha ricevuto questa importante nomina dalla Fondazione Apulia Film Commission lo scorso maggio. Grande esperta di cinema e festival (Mostra di Venezia, vice direttore artistico del Festival Internazionale del Film di Locarno, condirettore artistico delle prime tre edizioni del Festival di Roma, direttore FIPA di Biarritz, direttore della programmazione dall’ADFF – Abu Dhabi Film Festival) ha anche una lunga esperienza nel lavoro a diretto contatto con gli autori per i quali ha fondato e organizzato laboratori e piattaforme di co-produzione (Opend Doors – Locarno, New Cinema Network – Roma, Sanad –Abu Dhabi) e continua a collaborare con HAF, Asian Film Financing Forum, Doha Film Institute Grants, Sarajevo Talent Campus, Premio Solinas.

Tra i lungometraggi in corsa per l’assegnazione del Faro d’Oro al miglior film dell’area Adriatico-Ionico-Balcanica, è annunciata la selezione di “Dove cadono le ombre”, opera prima della salentina Valentina Pedicini, presentato in questi giorni alla 74° mostra Internazionale D’Arte Cinematografica di Venezia in concorso alle Giornate degli Autori. La regista, reduce da Venezia, presenterà la sua opera in anteprima a Otranto.

OFFF Otranto Film Fund Festival è un’iniziativa finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale (a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 Patto per la Puglia) realizzata dalla Fondazione Apulia Film Commission in collaborazione con il Comune di Otranto e con il patrocinio dell’Università del Salento.

 

Archivio contenuti123456 » »|