News
16/01/2018

Pedro Cabeleira e il suo “Verao Danado” a Registi fuori dagli sche[r]mi | Venerdì 19 gennaio – h. 20:30 – Cineporto di Bari

26169387_1632123853500830_4172008670453916067_n

Continua la settima edizione della rassegna di cinema internazionale di cinema “Registi fuori dagli sche[r]mi”, con la proiezione di uno dei film più importanti del 2017: “Verao Danado” (“Dannata estate”), opera prima del regista portoghese Pedro Cabeleira.

Programmato al prestigioso Festival di Locarno, dove ha conseguito la Menzione Speciale, e al Torino Film Festival, dove è stato proclamato uno dei film più belli del festival, il film sarà proiettato, venerdì 19 gennaio alle 20.30, al Cineporto di Bari (ingresso libero fino a esaurimento posti). Alla visione sarà presente il regista Pedro Cabeleira insieme a Luigi Abiusi, direttore artistico della rassegna e direttore di Uzak.it, e Lorenzo Esposito, critico cinematografico della redazione “Fuori orario” (Raitre) e selezionatore per il Festival di Locarno.

Considerato dalla critica come uno dei migliori film prodotti nel 2017, “Verao Danado” racconta con uno stile diretto, sensuale, a tratti psichedelico, l’ultima estate della giovinezza di Chico, ragazzo portoghese, tra feste, musica elettronica, amori controversi. Colori fosforescenti, danze cariche di erotismo, il ritmo che viene dall’incrocio mai visto e ascoltato prima, di musica classica e techno, “Verao Danado” celebra la vita, senza mezzi termini, anche nel suo malinconico passare alla vita adulta.

“Registi fuori dagli scheRmi” è prodotto da Apulia Film Commission e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2007-2013 e del P.O.R. Puglia 2014-2020 – Asse VI Obiettivo Tematico 6.7.

 

 

16/01/2018

Venerdì 19 gennaio “Vento di soave” al Cinema Impero di Brindisi

Venerdì 19 gennaio alle ore 18,30 e 20,30, il documentario “Vento di soave” verrà proiettato al cinema Impero di Brindisi. Alla proiezione delle 20,30 saranno presenti il regista Corrado Punzi, l’autore Stefano Martella e il produttore Davide Barletti. La giornalista Lucia Portolano introdurrà il film e coordinerà il dibattito.

Il film – selezionato al 35esimo Torino Film Festival – è ambientato a Brindisi e racconta le contraddizioni del progresso e delle sue narrazioni, il conflitto tra territorio e grandi industrie a energia fossile.

L’idea non era di realizzare un’inchiesta su Cerano o sul petrolchimico di Brindisi – precisa il regista Punzi -, bensì un film con un carattere più universale, capace di affrontare un problema cruciale dei nostri giorni. Osservare Brindisi, quindi, significa soltanto osservare l’archetipo di un modello di sviluppo perseguito in diversi Sud del mondo e riproposto ancora oggi, come dimostra anche la costruzione del gasdotto Tap nel Sud Salento. Crediamo che la particolarità del film sia tentare di non appiattirsi solo sul punto di vista di chi si ritiene vittima delle grandi industrie, ma osservare anche l’altra parte, filmando l’addetto stampa della Centrale a carbone e dando spazio al modo in cui il Petrolchimico si è auto-narrato”.

Prodotto dalla Fluid Produzioni di Davide Barletti e dal collettivo cinematografico Muud Film (di Mattia Soranzo, Mattia Epifani e Corrado Punzi), “Vento di soave” ha ottenuto i finanziamenti del Regional Film Fund di Apulia Film Commission. Il film è stato realizzato anche grazie al contributo di: Asl Brindisi, Arci Lecce, Unione dei Comuni di Andrano, Diso e Spongano, Comune di Trepuzzi.

 

Questo il trailer del film: https://video.repubblica.it/edizione/bari/vento-di-soave-il-documentario-di-corrado-punzi-racconta-brindisi-e-i-suoi-veleni/289815/290430

 

15/01/2018

Jadwiga Pinderska-Lech nei Cineporti di Bari e Lecce per gli ultimi due appuntamenti di “La Memoria nelle Immagini – Il racconto cinematografico della Shoah”

Con gli ultimi due incontri in programma nei Cineporti di Puglia, martedì 16 a Bari e mercoledì 17 a Lecce, si chiude “La Memoria nelle Immagini. Il racconto cinematografico della Shoah”, il ciclo di film e seminari realizzato dal Centro Studi, Ricerche e Formazione di Apulia Film Commission della Regione Puglia, nato con l’intento di favorire un approfondimento sulla trasmissione della memoria della Shoah e sulla costruzione dell’immaginario cinematografico che la contraddistingue.

Nelle ultime due giornate la rassegna ospiterà Jadwiga Pinderska-Lech, direttrice della casa editrice del Museo statale di Auschwitz-Birkenau. La Lech domani, martedì 16 alle 15 dopo i saluti del vicepresidente di Apulia Film Commission Giandomenico Vaccari, sarà protagonista al Cineporto di Bari di un incontro al quale parteciperà Aldo Patruno, direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia. Dopo il dibattito seguirà la proiezione del documentario “Austerlitz” (2016) di Sergei Loznitsa.

Il giorno dopo, mercoledì 17 alle 15, dopo l’introduzione del vicepresidente di Apulia Film Commission Giandomenico Vaccari, Jadwiga Pinderska-Lech sarà al Cineporto di Lecce per un altro incontro al quale parteciperanno: Loredana Capone, assessore all’Industria turistica e culturale e alla gestione e valorizzazione dei beni culturali della Regione Puglia, Antonella Agnoli, assessore alla Cultura del Comune di Lecce, Silvia Miglietta, assessore ai Diritti civili e alle politiche giovanili del Comune di Lecce. Durante l’incontro Paolo Paticchio, presidente dell’associazione Treno della Memoria, presenterà “Pagine di memoria”, una rivista edita dall’“Indice Dei Libri Del Mese” e realizzata dal comitato scientifico dell’associazione. A seguire la proiezione di “Austerlitz” (2016) di Sergei Loznitsa.

La rassegna cinematografica, organizzata dall’Università di Bari “Aldo Moro” (Dipartimento di Studi umanistici DISUM-Corso di Storia e Didattica della Shoah) e dall’Università del Salento (Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo-Corsi di Laurea di Area Politologica), in collaborazione con l’Associazione Treno della Memoria-Terra del Fuoco, si rivolge a studenti e docenti delle scuole e delle Università pugliesi che partecipano al Viaggio della Memoria 2017. Curata da Francesca R. Recchia Luciani (docente di Storia della Filosofia dei Diritti Umani-UniBA) e da Daniele De Luca (docente di Storia delle Relazioni Internazionali-UniSalento) e Attilio Pisanò (docente di Diritti Umani e Filosofia del Diritti-UniSalento), la frequenza alla rassegna dà diritto a CFU, il riconoscimento dei quali resta a discrezione di ogni singolo dipartimento universitario/ente scolastico.

“La Memoria nelle immagini. Il racconto cinematografico della Shoah”, è un ciclo di film e seminari realizzati dal Centro Studi, Ricerche e Formazione di Apulia Film Commission e finanziata dalla Regione Puglia-Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020-Patto per la Puglia.

 

13/01/2018

Un anno senza precedenti per Apulia Film Commission e Regione Puglia

Sergio Castellitto Sabrina Ferilli

I numeri parlano chiaro: il 2017 è stato un anno senza precedenti per Apulia Film Commission e Regione Puglia. Con ancora 2 sessioni in fase di valutazione, i risultati di Apulia Film Fund 2017 sono decisamente importanti: nelle cinque sessioni chiuse sono pervenuti 60 progetti filmici registrando una crescita rispetto al 2016 di + 43%, una percentuale destinata ad aumentare essendo la sesta sessione ancora aperta.

Nelle tre sessioni, fino a ora valutate, sono 27 i progetti filmici finanziati con un contributo pari a 2,3 mln di euro per un indotto sul territorio stimato di 6,4 mln e l’impiego di 750 unità lavorative nei diversi settori produttivi per un totale di 446 giornate lavorative. In quest’ultimo anno hanno girato in Puglia personalità del cinema nazionale del valore di Sergio Castellitto, Alessandro Haber, Isabella Ferrari, Sergio Rubini, Ricky Tognazzi, Sabrina Ferilli, Rocco Papaleo e tanti altri, per un budget totale delle produzioni finanziate che ammonta a 27,6 mln di euro.

Intensa e partecipata è stata anche l’attività nei tre Cineporti/Puglia (Bari, Lecce e Foggia) e nella Mediateca Regionale Pugliese: quasi 50mila sono state le presenze registrate nelle quattro strutture, divenute veri e propri contenitori culturali della Regione e che ospitano iniziative anche extra cinema, quasi 500 eventi tra produzioni AFC e ospitate. Il 2017, in più, ha segnato la nascita di un nuovo spazio culturale all’interno del Cineporto di Lecce: il CineLab “Giuseppe Bertolucci”. Una nuova struttura che ha subito accolto i favori del territorio accogliendo nella giornata inaugurale oltre 2000 presenze, tra visitatori e operatori culturali.

La Rete di Festival e le tante iniziative (come i Talk Show e le manifestazioni minori), hanno portato in piazze piccole e grandi del territorio pugliese le eccellenze cinematografiche nazionali e internazionali, tra i tanti ricordiamo: Stephen Frears, Fanny Ardant, Silvio Orlando, Nuri Bilge Ceylan, Dario Argento, Stefania Sandrelli.

Sono stati intensificati anche gli strumenti per cercare nuove storie e nuove produzioni traverso il Forum di Coproduzione, la brandizzazione del MIA – Mercato Internazionale Audiovisivo di Roma- e il Production Value, un prestigioso workshop europeo dedicato alla produzione cinematografica che per il primo anno si sta svolgendo in questi giorni a Lecce.

In quest’ultimo anno, infine, le azioni di promozione dei fondi, delle opportunità produttive e, più in generale, del brand Puglia si sono rivolte, oltre che alle consuete manifestazioni cinematografiche, anche verso nuovi mercati e nuove economie, come quella Sudamericana e Russa.

I dati definitivi del 2017 della Puglia dell’audiovisivo verranno comunicati in un incontro stampa in programma a fine gennaio e al quale parteciperanno tutti gli attori Istituzionali e cinematografici che hanno contribuito alla straordinaria crescita dell’ultimo anno.

 

09/01/2018

Proroga candidature short list

La Fondazione Apulia Film Commission comunica che i termini per presentare la propria candidatura per partecipare all’AVVISO PUBBLICO PER l’ACQUISIZIONE DI CANDIDATURE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI PROFESSIONALI DI SUPPORTO ALL’ATTIVITÀ DELLA FONDAZIONE APULIA FILM COMMISSION (Protocollo. N. 3463/17/U del 5 dicembre 2017) sono stati prorogati al 19 gennaio 2018, secondo le modalità descritte nell’art. 4 dell’Avviso.

Si precisa che le short list saranno aggiornate annualmente sicché le candidature che dovessero pervenire successivamente al 19 gennaio 2018 saranno inserite in sede di aggiornamento annuale, previa verifica del possesso dei requisiti.

08/01/2018

Applicazione split-payment

L’art. 1 del D.L. 50 del 24/04/17 ha introdotto, per le cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nei confronti delle società controllate da pubbliche amministrazioni, il metodo della scissione dei pagamenti dell’IVA – split payment.
Pertanto AFC è tenuta a versare direttamente all’Erario l’IVA addebitata dai fornitori e a pagare quest’ultimi solo l’imponibile.

Tale meccanismo si applica a partire dal 1 gennaio 2018, quindi le fatture emesse nei nostri confronti, a partire da questa data, sono soggette allo split payment.

20/12/2017

Presentato il Social Film Fund Con Il Sud, nuovo strumento di sostegno promosso da Apulia Film Commission e Fondazione CON IL SUD

Presentato a Roma il Social Film Fund Simonetta Dellomonaco Carlo Borgomeo Loredana Capone Maurizio Sciarra

È stato presentato questa mattina a Roma nella sede della Fondazione CON IL SUD il “Social Film Fund – Con il Sud”, nato dal comune interesse di Fondazione Apulia Film Commission e Fondazione CON IL SUD di promuovere una iniziativa congiunta per “raccontare” il Sud attraverso i fenomeni sociali che lo caratterizzano. Coniugando l’esperienza e le competenze specifiche dei due promotori, l’iniziativa si presenta come unica nel suo genere: permette infatti l’incontro tra imprese e professionisti dell’audiovisivo con enti del Terzo settore e del volontariato, favorendo percorsi di coesione sociale e contribuendo alla diffusione di temi sociali di rilievo nel Sud Italia.

A presentare l’iniziativa sono intervenuti: Loredana Capone, assessore all’Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali della Regione Puglia, Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione CON IL SUD, Maurizio Sciarra, presidente Fondazione Apulia Film Commission Simonetta Dellomonaco, Consigliere di Amministrazione della Fondazione Apulia Film Commission e delegata al progetto, e Antonio Parente, direttore Generale Apulia Film Commission.

“Questo nuovo strumento di sostegno, figlio dell’accordo siglato tra le due Fondazioni – commenta il presidente Michele Emiliano -, premierà quelle opere audiovisive con una narrazione incentrata su temi che riguardano lo sviluppo sociale, culturale ed economico del Meridione. Una scelta forse in controtendenza col mercato, ma che può essere decisiva nella descrizione delle luci e delle ombre del nostro tempo. L’arte e, in questo senso, il cinema è stato e continua ad essere, uno degli artefici del cambiamento e della crescita sociale e culturale della società”.

Siamo convinti che questa sinergia tra le due Fondazioni sia indicativa di come si possano creare occasioni concrete di sviluppo sociale, culturale ed economico nel Mezzogiorno – ha dichiarato Carlo Borgomeo – valorizzando ciò che ci accomuna e privilegiando l’obiettivo comune. Abbiamo tutti bisogno che il punto di vista sociale sia presente nel nostro immaginario collettivo. I risultati – ha aggiunto Borgomeo – si potranno constatare nel tempo, vedendo i prodotti e contando le collaborazioni nate tra i due mondi, quello del cinema e quello del Terzo settore, due importanti agenti del cambiamento che hanno bisogno entrambi di maggiore innovazione sociale”.

C’è una Italia scarsamente o per nulla raccontata – ha precisato l’assessore Loredana Capone -. Un paese invisibile ai media e, dunque, agli occhi della gente. Per lo più è l’Italia del Sud e, ancora di più, quel Sud che reagisce alle derive sociali ed esistenziali. L’obiettivo di questo inedito accordo tra Apulia Film Commission e Fondazione Con il Sud, fortemente voluto e cofinanziato da Regione Puglia, è dare voce a un Sud che non si arrende e proprio a partire dal sociale costruisce nuovi modelli di comunità. Da questo punto di vista le regioni meridionali sono un giacimento inesauribile di storie che attendono di essere raccontate. Ce lo ha insegnato uno scrittore del Sud, un amico che ha deciso di lasciarci troppo in fretta, Alessandro Leogrande. È a lui che vogliamo dedicare questa iniziativa. Ad Alessandro e ai tanti autori che pensano che il cinema abbia ancora qualcosa da dire a partire dalla realtà sociale che ci circonda”.

L’Avviso pubblico emesso dall’Apulia Film Commission rientra nell’ambito del patto per la Puglia FSC 2014-2020 “turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali” ed è cofinanziamento per il 50% dalla Fondazione CON IL SUD. L’avviso sarà pubblicato sul sito dell’Apulia Film Commission (www.apuliafilmcommission.it) a gennaio 2018 e resterà aperto per 60 giorni dalla data di pubblicazione.

L’Avviso è rivolto a partenariati composti da: il proponente, che deve essere un operatore economico di produzione audiovisiva, e partner del Terzo settore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia, regioni in cui opera la Fondazione CON IL SUD. L’impegno delle due Fondazioni è di selezionare e sostenere fino a 10 prodotti audiovisivi, destinando un massimo di 40mila euro a progetto.

Il nucleo narrativo delle opere audiovisive dovrà essere incentrato sul processo di virtuoso sviluppo del capitale sociale nel Mezzogiorno, con specifico riferimento a uno o più dei seguenti ambiti: l’educazione dei giovani, con particolare riferimento alla cultura della legalità e ai valori della convivenza civile; la valorizzazione dei talenti, anche per contrastare la tendenza alla fuga dei “cervelli”; la cura e la valorizzazione dei “beni comuni” (patrimonio storico-artistico e culturale; ambiente e paesaggio; beni confiscati alle mafie) e lo sviluppo di iniziative di economia civile; la qualificazione e l’innovazione dei servizi socio-sanitari, rivolti soprattutto a persone svantaggiate; l’accoglienza e l’integrazione culturale, sociale ed economica degli immigrati; il contrasto alla violenza di genere e a ogni forma di discriminazione.

Sono previste due categorie di opere audiovisive: “Short”, cortometraggi di finzione dai 5 ai 20 minuti di durata, e “Doc”, documentari creativi con una durata compresa tra i 20 e i 52 minuti. La produzione, da realizzare in tutto o in parte in Puglia, deve essere integrata e curata dei soggetti del Terzo settore, da attività di valorizzazione e promozione della tematica sociale affrontata, sia nella fase di ideazione e realizzazione, sia nella fase di promozione e divulgazione del prodotto audiovisivo. Tali attività potranno essere svolte in una o più delle Regioni meridionali in cui interviene la Fondazione Con il Sud.

Le imprese cinematografiche che intendono proporre e avviare collaborazioni con gli enti del Terzo meridionale potranno consultare liberamente anche il sito web della Fondazione CON IL SUD (www.fondazioneconilsud.it), in cui sono indicati su mappa tutti i progetti finora sostenuti nelle regioni meridionali. Gli esiti delle domande pervenute, saranno pubblicati entro 30 giorni dalla chiusura dell’Avviso.

 

16/12/2017

La Regione Puglia con Apulia Film Commission e Pugliapromozione protagonista a Mosca di “Buongiorno Italia”

2017-12-16-PHOTO-4

Con la partecipazione alla seconda edizione dell’evento internazionale “Buongiorno Italia” svoltosi, dal 5 all’11 dicembre, nella città di Mosca, la Regione Puglia attraverso la Fondazione Apulia Film Commission e l’Agenzia Pugliapromozione, raccoglie un altro importante consenso sia sotto il profilo culturale, in particolare nei settori dell’audiovisivo, e in quello turistico. Il percorso avviato di internazionalizzazione della scena produttiva pugliese attraverso politiche industriali indirizzate ad attrarre investimenti nella filiera audiovisiva regionale, al lavoro sulle coproduzioni internazionali quindi, prosegue anche con la presenza e la divulgazione del cinema “made in Puglia” e il turismo a Mosca, in Russia.

Sviluppare, rafforzare e promuovere le attività di interesse comune per il settore del turismo e dell’audiovisivo sul territorio regionale, nazionale ed estero, è il fine che persegue questa Amministrazione – commenta il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano -. Aver portato la Puglia con successo a Mosca, con i nostri prodotti culturali, è un modo per rafforzare il nostro brand in uno dei Paesi che ha tutte le potenzialità per diventare uno dei maggiori fruitori delle nostre bellezze naturali, non solo dal punto di vista turistico, ma anche come partner dell’industria culturale ed audiovisiva”. Il presidente Emiliano, inoltre, ricorda che: “Non dimentichiamo che la città di Bari, grazie al suo Santo protettore, è già meta di turismo religioso in virtù della grande devozione che gran parte del popolo russo ha per San Nicola”.

Nell’ambito del Focus “Italia – set cinematografico”, organizzato da ANICA, MIBACT e ICE ITA – Italian Trade Agency Forum-, un intero panel è stato dedicato alla Puglia e i rappresentati di Pugliapromozione e AFC hanno illustrato il Film Fund e le attività della Puglia del cinema e del turismo, attività accolte con grande interesse da parte di imprenditori, produttori e cineasti russi. Al termine dell’incontro, è stato proiettato “La cena di Natale” di Marco Ponti e interpretato da Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti, un film in cui sono decisamente evidenti le bellezze di Polignano a Mare, che ha letteralmente stregato i rappresentanti russi.

Nel programma della manifestazione, infatti, sono state dedicate giornate alla cultura, al turismo, all’economia, alla moda, al design, all’architettura e all’ecologia, un progetto pensato per combinare i migliori successi della cultura italiana e russa e dei progressi nel campo delle relazioni economiche tra le due nazioni.

Al fine di favorire il rafforzamento del partenariato e delle relazioni amichevoli, finalizzate alla conservazione del livello tradizionalmente elevato della cooperazione tra Russia e Italia, è stata organizzata un evento istituzionale a base di prodotti enogastronomici pugliesi, che ha permesso ai rappresentanti regionali della Fondazione AFC e dell’Agenzia Pugliapromozione momenti di promozione, incontri e condivisione con i diversi stakeholders. A rafforzare maggiormente l’azione promozionale della Regione, Pugliapromozione e Apulia Film Commission, con la collaborazione dell’Associazione Chelovek Makak, sono state presenti durante tutta il periodo della manifestazione anche con uno stand promozionale all’interno dello Spazio Italia impreziosito dalla presenza di un’opera d’arte del fotografo argentino Alejandro Chaskielberg, concessa gratuitamente dal “PhEST”, il Festival Internazionale della Fotografia di Monopoli diretto da Gianni Troilo.

 

14/12/2017

Giuliana De Sio, Alessio Boni e Pif protagonisti di una tre giorni di Talk Show in Salento

Con l’obiettivo di divulgare il più possibile la cultura cinematografica in Puglia, l’Apulia Film Commission prosegue il ciclo di incontri di “Talk Show” ospitando tre grandi protagonisti del cinema italiano: Giuliana De Sio, Alessio Boni e Pif, al secolo Pierfrancesco Diliberto.

Si parte, domenica 17 alle 21, dal teatro Nuovo cinema Paradiso di Melendugno, in provincia di Lecce, con l’incontro pubblico a ingresso libero che vedrà protagonista l’attore, regista e conduttore radiofonico e televisivo Pif. Il giorno dopo, lunedì 18 dicembre alle 19, l’attrice Giuliana De Sio sarà la protagonista dell’incontro che si terrà nella Sala Consiliare di Palazzo di Città (piazza Libertà) a Campi Salentina, in provincia di Lecce. Infine, martedì 19 alle 20, l’attore Alessio Boni al centro del talk show che si svolgerà al teatro comunale di Nardò, in provincia di Lecce.

Giuliana De Sio, Alessio Boni e Pif, racconteranno al pubblico i nuovi progetti lavorativi passando in rassegna i momenti più importanti della loro carriera attraverso ricordi, aneddoti di set e di vita.

Condotti dal giornalista Fabrizio Corallo, ai tre incontri sarà presente Chiara Coppola, Consigliere di Amministrazione di Apulia Film Commission.

“Talk Show” è un ciclo di incontri organizzati da Apulia Film Commission e finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia.

 

07/12/2017

Bertrand Mandico con “Les Garçons Sauvages” apre la settima edizione di Registi fuori dagli Sche[r]mi | Martedì 13 dicembre – Cineporto di Bari

registi_fuori_2018_web_mandico

Riparte la rassegna di cinema “Registi fuori dagli sche[r]mi”. Sarà il regista Bertrand Mandico con “Les Garçons Sauvages” (Francia 2017), film evento della scorsa Mostra del Cinema di Venezia, a inaugurare martedì 13 alle 20.30 al Cineporto di Bari la settima edizione della rassegna cinematografica (ingresso libero). A colloquiare con il regista francese, Luigi Abiusi e Raffaele Meale, direttore della rivista di cinema “Quinlan”.

Diretta da Luigi Abiusi per l’Apulia Film Commission e Uzak rivista di cinema, da quest’anno “Registi fuori dagli sche[r]mi” è realizzata in collaborazione con la Settimana Internazionale della Critica (Mostra di Venezia) e con il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani.

Il film “Les Garçons Sauvages” è un’ulteriore, stupefacente prova di quel cinema vitale, pieno di erotismo, di musica, di colori, che è proprio di autori come Yann Gonzalez ed Héléna Klotz, entrambi già ospiti gli anni passati della rassegna, con, rispettivamente, “Les rencontres d’après minuit” (designato dai Cahiers du Cinéma come uno dei migliori film del 2013) e “L’âge atomique” (vincitore nel 2012 della sezione “Panorama” del Festival di Berlino). Si tratta di un cinema istintivo, gioiosamente scandaloso, che si interroga sulla giovinezza, sulla sessualità e la cultura, tendendo a identificarli.

Cosa che del resto pare essere anche il centro del film portoghese Verão Danado (2017) di Pedro Cabeleira, grande sorpresa dello scorso Festival di Locarno (e ora reduce dal successo clamoroso riscosso al festival di Torino appena concluso), che sarà proiettato al Cineporto di Bari, lunedì il 18 gennaio, per il secondo incontro di una rassegna che andrà avanti per tutto il 2018.

La rassegna, come sempre, porterà in Puglia registi da ogni parte del mondo, tra grandi talenti e maestri del cinema contemporaneo (passati per i festival internazionali), com’è stato per le edizioni passate, quando si sono alternati nei tre Cineporti pugliesi autori quali Abel Ferrara, Roberto Minervini, Jerzy Skolimowski, Franco Piavoli, Victor Erice, Alessandro Comodin, Timm Kröger, per citarne solo alcuni. L’obiettivo resta lo stesso: mostrare un cinema scintillante, il migliore in circolazione, ma che in Italia stenta a essere distribuito; e far dialogare gli autori con la critica cinematografica in modo da individuare tendenze, dialettiche, poetiche e politiche della contemporaneità.

“Registi fuori dagli scheRmi” è prodotto da Apulia Film Commission e finanziato da Regione Puglia e Unione Europea attraverso il Fondo di Sviluppo e Coesione (FSC) 2007-2013 e del P.O.R. Puglia 2014-2020 – Asse VI Obiettivo Tematico 6.7.

Tutti gli appuntamenti della rassegna sono a ingresso libero fino ad esaurimento posti. CINEPORTI di PUGLIA/Bari c/o Fiera del Levante, Lungomare Starita, 1.

 

Archivio contenuti123456 » »|