News
06/12/2017

Al via le riprese del nuovo documentario firmato da Antonio Palumbo

WhatsApp Image 2017-12-05 at 19.11.27

Sono partite le riprese di Nicola, il nuovo documentario di Antonio Palumbo, il regista barese co-autore del fortunato Varichina-La vera storia della finta vita di Lorenzo De Santis. Il nuovo progetto racconta l’evoluzione del culto di San Nicola attraverso i secoli e gli innumerevoli Paesi dove la figura del vescovo turco è fortemente radicata. Un sorprendente viaggio attraverso Russia, Turchia, Belgio, Francia, Olanda, Svizzera e Stati Uniti. Partendo ovviamente da Bari alla scoperta del Santo che ha dato origine a Babbo Natale. Produce Oz Film con il contributo di Apulia Film Commission e Regione Puglia. La fotografia è affidata a Luca La Vopa.

 

30/11/2017

Il Villaggio Tutto Digitale fa tappa al Cineporto di Foggia | 4-6 dicembre

Dopo il successo dell’edizione barese, il Villaggio Tutto Digitale si trasferisce a Foggia, dal 4 al 6 dicembre, negli spazi del Cineporto, per una tre giorni di workshop, incontri con gli autori, hands‐on, live set e presentazioni di nuove tecnologie per il cinema digitale del futuro. L’evento, con la partnership tecnica di Canon e la partecipazione di K5600, propone un programma interamente dedicato alla fotografia cinematografica, con il maestro Luciano Tovoli come ospite d’onore. A completare il già ricco calendario, ci sarà uno spazio in cui il pubblico presente potrà ‘toccare con mano’, con la formula del Touch & Try, videocamere e macchine da presa di ultima generazione e sarà inoltre allestito un live set 4K, per la prova delle apparecchiature sul campo. Il tutto, come sempre, rigorosamente ad ingresso gratuito.

Coloro che si iscriveranno, entro e non oltre venerdì 1 dicembre, inviando una mail con nome e cognome a cinemashow@macfilm.it, e seguiranno tutti i workshop previsti in programma, riceveranno l’attestato di partecipazione ufficiale del Villaggio Tutto Digitale.

L’iniziativa è prodotta da Apulia Film Commission (finanziata dalla Regione Puglia ‐ Assessorato Industria Turistica e Culturale nell’ambito dei progetti “Mediateca Regionale”, a valere su risorse del POR Puglia FESR 2014‐2020, e “Viva Cinema ‐ Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014‐2020 ‐ Patto per la Puglia). Il programma si intreccerà anche con il format CINEMA SHOW, prodotto da MAC Film, che curerà autonomamente una parte degli incontri previsti, con la partnership dell’Accademia delle Belle Arti di Foggia, di Apulia Digital Maker e del Foto Cine Club.

I riflettori si accenderanno nei suggestivi spazi del Cineporto di Foggia lunedì 4 dicembre, alle 15, con una imperdibile lectio magistralis dello storico del cinema e saggista Orio Caldiron che, citando il Jean‐Luc Godard di ‘C’est juste une image’, spiegherà e mostrerà come 12 grandi direttori della fotografia hanno reso ancora più grandi altrettanti film. A seguire, Stefano Belli, direttore di Tutto Digitale, insieme a Stefano Tura, Customer and Channel Marketing Manager di Canon, racconterà l’evoluzione del digital cinema, dai primi e più o meno fortunati esperimenti, di ormai quasi vent’anni fa, alle più recenti novità del mercato, in 4K e fino all’8K.

Full immersion, invece, martedì 5 dicembre; si apre alle 10 con un intervento del giovane regista milanese, Davide Romeo Meraviglia, fresco vincitore del contest Lancia Generazione Y, con il cortissimo Little Steps, che illustrerà i trucchi per una fotografia perfetta, anche in una produzione low budget. Seguirà uno spazio tecnico in cui Sébastien Barbedienne presenterà le ultime novità fra gli illuminatori LED per il cinema e la fotografia proposti da K5600, azienda fra le più importanti del settore, approfondendo caratteristiche, funzionalità e ambiti di ripresa; una vera e propria lezione sulla teoria della luce.

Si riprende, dopo la pausa, alle 15, con Ivan D’Antonio, vincitore del Contest Canon La grande occasione. Il giovane filmmaker, con una promettente carriera in corso, svelerà i segreti dell’ultima arrivata in casa Canon, la C200, mostrando i risultati di una serie di test effettuati allo scopo di ottenere una ripresa perfetta. Mario Tani – che modererà tutti gli incontri – passerà poi il microfono al direttore della fotografia Nicola Saraval, recente vincitore del Premio Internazionale Gianni Di Venanzo 2017 per la fiction RAI, I fantasmi di Portopalo, che parlerà della fotografia cinematografica fra videomaking e grandi set. A chiudere la lunga giornata, un vecchio amico di Cinema Show nonché regista in ascesa di origini foggiane: già ospite delle pagine di Tutto Digitale, Lorenzo Sepalone presenterà il suo ultimo cortometraggio, Ieri e domani, che sta facendo incetta di premi nei principali festival italiani, dopo un brillante esordio nell’ultima edizione del Festival di Venezia.

Gran finale, mercoledì 6 dicembre, con un programma pomeridiano interamente dedicato all’ospite d’onore di questa edizione. Dopo un intervento di carattere storico di Piercesare Stagni, direttamente dal Centro Sperimentale di Cinematografia de L’Aquila, sul palco salirà, alle 16:30, Luciano Tovoli, (AIC‐ASC‐ Imago) autore della fotografia di film che hanno fatto la storia del cinema, e al fianco di registi del calibro di Antonioni, Ferreri, Argento e Moretti, per citarne alcuni.

PROGRAMMA UFFICIALE

Lunedì 4 dicembre 2017

- Ore 15:00 – ‘C’est juste une image’: 12 grandi direttori della fotografia per 12 grandi film Lectio Magistralis di Orio Caldiron (Università La Sapienza – Roma)

- Ore 17:30 – Dai pionieri dell’HD alle nuove frontiere del cinema digitale 8K con Stefano Belli (Tutto Digitale) e Stefano Tura (Canon)

martedì 5 dicembre 2017

- Ore 10:00 – La luce perfetta per una produzione low budget: il cortissimo ‘Little Steps’

con Davide Romeo Meraviglia (regista e vincitore del contest Lancia Generazione Y)

- Ore 11:30 – Teorie della luce e dell’illuminazione nell’era dei proiettori LED con Sébastien Barbedienne (K5600)

- Ore 15:00 – Be Story Ready: tutti i segreti della videocamera Canon C200

con Ivan D’Antonio (Filmmaker e vincitore del contest Canon La grande occasione)

- Ore 16:30 – La fotografia cinematografica fra film indipendenti e grandi set

con Nicola Saraval (Direttore della fotografia – Vincitore del Premio Internazionale Gianni Di Venanzo 2017 per I fantasmi di Portopalo, RAI Fiction)

- Ore 18:30 – Da Foggia al Festival di Venezia: il successo del cortometraggio ‘Ieri e domani’ con Lorenzo Sepalone (regista)

mercoledì 6 dicembre 2017

- Ore 15:00 – La fotografia cinematografica nei film di Luciano Tovoli

con Piercesare Stagni (Centro Sperimentale di Cinematografia, L’Aquila)

- Ore 16:30 – M’illumino d’immenso: il mestiere di autore della fotografia con Luciano Tovoli (AIC‐ASC‐Imago)

 

27/11/2017

Nei Cineporti di Bari e Lecce al via la rassegna “La Memoria nelle Immagini – Il racconto cinematografico della Shoah”

LOCANDINA Memoria

Con l’intento di favorire un approfondimento su alcuni temi collegati alla Shoah e alla costruzione dell’immaginario cinematografico che la contraddistingue, il Centro Studi e Ricerche e Formazione di Apulia Film Commission della Regione Puglia propone “La Memoria nelle immagini. Il racconto cinematografico della Shoah”, un ciclo di cinque incontri che, a partire da martedì 28 novembre 2017 fino al 16 gennaio 2018, si terranno tra i Cineporti di Bari e Lecce (proiezioni alle 15, ingresso libero).

La rassegna cinematografica, organizzata dell’Università “Aldo Moro” di Bari (Dipartimento di Studi umanistici DISUM Corso di Storia e Didattica della Shoah) e dell’Università del Salento (Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo Corsi di Laurea di Area Politologica) in collaborazione con l’Associazione Treno della Memoria-Terra del Fuoco, si rivolge a studenti e docenti delle scuole e delle Università pugliesi che partecipano al Viaggio della Memoria 2017.

In particolare, il progetto propone un dibattito interdisciplinare con docenti ed esperti di cinema che prenderà spunto dalla proiezione di 5 film in cui si affronta il tema del genocidio che ha colpito l’ebraismo europeo, sino al capolavoro di László Nemes, “Il figlio di Saul, film che ha inaugurato un’innovativa modalità di rappresentazione della Shoah nel linguaggio filmico.

“La Memoria nelle immagini” avrà anche un taglio decisamente didattico-scientifico, in considerazione della rilevanza che il tema della Shoah ha in alcuni corsi di studio universitari e nelle scuole, nonché in occasione della Giornata della Memoria che si celebra ogni anno il 27 gennaio in tutta l’Europa. Per questa ragione nelle ultime giornate a Bari e a Lecce sarà anche presentata “Pagine di memoria”, rivista edita dall’“Indice dei Libri del Mese” e realizzata dal comitato scientifico dell’Associazione Treno della Memoria.

Curata da Francesca R. Recchia Luciani (docente di Storia della Filosofia dei Diritti Umani- UniBA) e da Daniele De Luca (docente di Storia delle Relazioni Internazionali – UniSalento) e Attilio Pisanò (docente dei Diritti Umani e Filosofia del Diritto – UniSalento), la frequenza alla rassegna dà diritto a CFU, il riconoscimento dei quali resta a discrezione di ogni singolo dipartimento universitario/ente scolastico. Inoltre, sarà assicurato il trasporto andata e ritorno agli studenti dal centro di Bari al Cineporto.

La rassegna “La Memoria nelle immagini. Il racconto cinematografico della Shoah” inizia, martedì 28 novembre al Cineporto di Bari e il giorno dopo, mercoledì 29 al Cineporto di Lecce, con la proiezione del film “L’oro di Roma” (1961) di Carlo Lizzani. Alla serata inaugurale al Cineporto di Bari, oltre a Francesca R. Recchia Luciani, sarà presente il direttore generale di Apulia Film Commission, Antonio Parente.

Il programma prosegue con le proiezioni dei film: Mr. Klein (1976) di Joseph Losey, mercoledì 6 dicembre a Lecce e il 14 dicembre a Bari; “Jona che visse nella balena” (1993) di Roberto Faenza, martedì 19 dicembre a Bari e mercoledì 20 dicembre a Lecce; Il figlio di Saul” (2015) di László Nemes, martedì 9 gennaio a Bari e lunedì 15 gennaio a Lecce; “Austerlitz” (2016) di Sergey Loznitsa, martedì16 gennaio a Bari e mercoledì 17 gennaio a Lecce.

“La Memoria nelle immagini. Il racconto cinematografico della Shoah”, è un ciclo di seminari realizzati dal Centro Studi e Ricerche di Apulia Film Commission e finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia.

23/11/2017

Stefania Sandrelli e Isabella Ferrari protagoniste dei Talk Show di Apulia Film Commission a Maglie, Galatina e Cisternino

stefania_sandrelli_-_p_2012

Con l’obiettivo di divulgare il più possibile la cultura cinematografica in Puglia, l’Apulia Film Commission prosegue il ciclo di incontri di “Talk Show” ospitando due delle più autorevoli attrici del cinema italiano e non solo: Stefania Sandrelli e Isabella Ferrari.

Due gli incontri pubblici che vedranno protagonista Stefania Sandrelli: il primo a Maglie, sabato 25 alle 20 al Museo Alca (via Vittorio Emanuele), il secondo a Galatina, domenica 26 alle 19 al Cavallino Bianco. Condotto dal giornalista Fabrizio Corallo, ai due appuntamenti sarà presente Chiara Coppola, Consigliere di Amministrazione di Apulia Film Commission.

Sarà la città di Cisternino, lunedì 27 novembre alle 19 nella Biblioteca Comunale (via Dante 48), a ospitare il talk show dell’attrice Isabella Ferrari, intervistata dal giornalista Fabrizio Corallo. All’incontro sarà presente Simonetta Dellomonaco, Consigliere di Amministrazione di Apulia Film Commission.

Stefania Sandrelli e Isabella Ferrari, racconteranno al pubblico i nuovi progetti lavorativi passando in rassegna i momenti più importanti della loro carriera attraverso ricordi, aneddoti di set e di vita.

“Talk Show” è un ciclo di incontri organizzati da Apulia Film Commission e finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia.

 

22/11/2017

I numeri dell’ottava edizione dell’Apulia Film Forum

ORG__JR_3502

Anche quest’anno l’Apulia Film Forum si conferma veicolo importante per l’internazionalizzazione delle attività audiovisive in Puglia. Il Forum, infatti, favorisce l’incontro e le partnership tra gli operatori del settore audiovisivo che, nell’edizione 2017 svoltasi dal 16 al 18 novembre nella città di Vieste, ha ospitato circa 80 produttori provenienti da 24 nazionalità diverse, che hanno generato più di 400 one-to-one meetings con l’obiettivo di realizzare in coproduzione i 22 progetti filmici selezionati, da girare in tutto o in parte in Puglia.

Appena conclusa l’ottava edizione, si sono già registrati i primi importanti risultati. Tre progetti filmici internazionali, il greco “Fantasia”, lo svedese “Madame luna” e l’irlandese “The Gut”, sono già a lavoro per individuare i luoghi dove realizzare le scene da girare in Puglia. In particolare, la Movimento Film di Mario Mazzarotto ha siglato un accordo di coproduzione con la greca Black Bird Production di Eleni Kossyfidou, per la realizzazione del film “Fantasia” di Alexis Kardaras. Al termine dei lavori, il regista e i produttori hanno effettuato i primi sopralluoghi a Foggia, Monte Sant’Angelo, Lucera, Polignano a Mare e Bari, individuando molti luoghi dove realizzare le riprese del film che i produttori auspicano possano avvenire già in tarda primavera 2018.

Altri progetti sono in fase di definizione e avranno la loro ricaduta produttiva nel medio e breve termine come da nostre previsioni – ha dichiarato Antonio Parente, direttore generale della Fondazione Apulia Film Commission -, in ossequio alla strategia internazionale che ci ha permesso di intercettare progetti e produzioni attraverso l’attività nei principali mercati internazionali (Cannes, Berlino, Venezia, Rio de Janeiro, Londra, Parigi, Shangai, Los Angeles)”.

Inoltre, quest’anno il Forum ha registrato anche la presenza di alcuni dei produttori più importanti del cinema asiatico: Makoto Kakurai di Office Kitano, società di produzione del regista Leone d’Oro a Venezia Takeshi Kitano, e Soon-mo Kim di Ato Production, produttore del regista coreano Kim-ki.

Al fine di favorire la promozione del territorio e farne apprezzare le bellezze, il Forum ha organizzato per i produttori ospiti tre differenti itinerari turistici nei tre giorni dell’evento (visite al centro storico di Vieste, alle botteghe artigiane, al Trabucco di Molinella e alla città di Peschici) realizzati in collaborazione con il Comune di Vieste.

Con questo evento, la Fondazione Apulia Film Commission rafforza la propria strategia di costruzione della filiera industriale dell’audiovisivo con particolare riferimento al lungometraggio, consentendo lo scambio di buone pratiche produttive, oltre che di risorse finanziarie, per consentire e facilitare la realizzazione di film in Puglia.

Il Forum è stato realizzato dalla Regione Puglia e Fondazione Apulia Film Commission con il Patrocinio del Comune di Vieste e di Eurimages e in collaborazione con Pugliapromozione e Aeroporti di Puglia.

 

16/11/2017

Rocco Papaleo protagonista del Talk Show di Apulia Film Commission – Nuovo Teatro Verdi di Brindisi | 18 novembre

rocco-papaleo-e-il-professor-gerardo-gergale

L’attore e regista Rocco Papaleo sarà il protagonista di “Talk Show”, la rassegna di incontri con interpreti e registi del cinema italiano organizzata e promossa da Apulia Film Commission, sabato 18 novembre alle 19 (ingresso libero) nel foyer del Nuovo Teatro Verdi a Brindisi. Il format, che ha l’obiettivo di divulgare la cultura cinematografica in Puglia, attraversa i Comuni pugliesi associati alla Fondazione AFC e incontra i protagonisti del cinema per indagare la loro esperienza sul set, le impressioni sui luoghi e i retroscena delle produzioni.

A Brindisi sarà, dunque, ospite Rocco Papaleo intervistato dal giornalista Fabrizio Corallo, racconterà al pubblico gli impegni tra cinema e teatro passando in rassegna i momenti più importanti della sua carriera attraverso ricordi, aneddoti di set e di vita, e scorrendo i suoi film più significativi. All’incontro saranno presenti anche Simonetta Dellomonaco, consigliere di Amministrazione di Apulia Film Commission, e Roberto Romeo, responsabile comunicazione della Fondazione Nuovo Teatro Verdi.

L’artista, originario di Lauria (Potenza), è impegnato in queste settimane nelle riprese de “Il grande spirito”, il nuovo film di Sergio Rubini prodotto da Fandango con Rai Cinema e con il supporto logistico di Apulia Film Commission: la commedia, che vede protagonisti anche lo stesso Rubini, Bianca Guaccero e Ivana Lotito, è ambientata in un quartiere della periferia di Taranto e racconta i risvolti amari e imprevedibili di un’amicizia tra due perdenti.

Per informazioni (0831) 22.97.77 – 56.25.54.

“Talk Show” è un ciclo di incontri organizati da Apulia Film Commission e finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito dell’intervento “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia.

 

15/11/2017

“Vento di soave” di Corrado Punzi al Torino Film Festival

finestra e centrale

Tre storie di ostinata ma contraddittoria opposizione al gigante industriale, raccontano il conflitto tra le narrazioni del progresso e i danni sociosanitari in un territorio a vocazione agricola. I giganti in questione sono le Centrali della zona industriale brindisina: il petrolchimico Eni e la centrale a carbone Enel, situata a Cerano. A osservarli da vicino, e per la prima volta anche da dentro, è il 38enne regista e sociologo pugliese Corrado Punzi, nel suo documentario “Vento di soave” (2017, durata 75 min.). Il film è in concorso al 35° Torino Film Festival nella sezione “Italiana.Doc” e, domenica 26 novembre alle 20.15, sarà proiettato in anteprima.

È un documentario sulle grandi industrie a combustibili fossili e sulle conseguenze che hanno causato sul territorio e sulle vite di chi ci abita e lavora intorno – commenta Loredana Capone, assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia -. Insomma un film sulla storia recente della Puglia, raccontato con la tensione verso la verità dei fatti alla quale il cinema di Punzi ci ha abituati. Un film necessario e coraggioso, che ha avuto la capacità di mobilitare le migliori energie locali”.

Il film, infatti, è stato realizzato da una troupe interamente pugliese: nato da un’idea e dalla collaborazione con il giornalista Stefano Martella, è stato scritto insieme allo sceneggiatore Francesco Lefons, sonorizzato da Gianluigi Gallo e montato da Cristian Sabatelli. “L’idea non era di realizzare un’inchiesta su Cerano o sul petrolchimico di Brindisi – precisa il regista Punzi-, bensì un film con un carattere più universale, capace di affrontare un problema cruciale dei nostri giorni. Osservare Brindisi, quindi, significa soltanto osservare l’archetipo di un modello di sviluppo perseguito in diversi Sud del mondo e riproposto ancora oggi, come dimostra anche la costruzione del gasdotto Tap. Crediamo che la particolarità del film sia tentare di non appiattirsi solo sul punto di vista di chi si ritiene vittima delle grandi industrie, ma osservare anche l’altra parte, filmando l’addetto stampa della Centrale a carbone e dando spazio al modo in cui il Petrolchimico si è auto-narrato”.

Prodotto dalla Fluid Produzioni di Davide Barletti e dal collettivo cinematografico Muud Film (di Mattia Soranzo, Mattia Epifani e Corrado Punzi), “Vento di soave” ha ottenuto i finanziamenti del Regional Film Fund di Apulia Film Commission. Il film è stato realizzato anche grazie al contributo di: Asl Brindisi, Arci Lecce, Unione dei Comuni di Andrano, Diso e Spongano, Comune di Trepuzzi.

 

14/11/2017

Presentata l’ottava edizione dell’Apulia Film Forum | Vieste – 16-18 novembre

E’ la Città di Vieste ad accogliere l’ottava edizione dell’Apulia Film Forum. Una collaborazione che conferma il costante interesse che Regione Puglia e Fondazione Apulia Film Commission hanno per un territorio straordinario come quello di Vieste e di tutta la provincia di Foggia, che da sempre si distingue anche per le sue qualità professionali, culturali e di forte attrazione turistica.

L’obiettivo dell’Apulia Film Forum, infatti, è di favorire l’incontro e le partnership tra gli operatori del settore audiovisivo che arriveranno a Vieste (circa 80 produttori provenienti da 24 nazionalità diverse), per sviluppare buone sinergie e realizzare progetti filmici in coproduzione da girare tutto o in parte in Puglia.

Fra i 64 progetti pervenuti, la Commissione di valutazione dell’Apulia Film Commission ha selezionati 20 (10 per la Sezione Italia e 10 per la Sezione Estero) aderenti ai criteri di eleggibilità (progetti filmici in fase di sviluppo di lungometraggi di finzione con almeno il 30% del budget assicurato, da girarsi in tutto o in parte in Puglia), cui si aggiungono i 2 progetti selezionati in partnership con il MIA-Mercato dell’Audiovisivo di Roma e con il PFM-Product Finance Market di Londra.

A presentare l’iniziativa questa mattina nel nella sala stampa della presidenza della Regione Puglia a Bari, sono intervenuti: Loredana Capone, assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, Maurizio Sciarra e Antonio Parente, rispettivamente presidente e direttore generale della Fondazione Apulia Film Commission, Giuseppe Nobiletti, sindaco di Vieste, Rossella Falcone, assessore al Turismo del comune di Vieste, e Alberto La Monica, direttore Apulia Film Forum.

Avevamo preso un impegno nella passata edizione del Forum e lo abbiamo mantenuto – commenta l’assessore Loredana Capone -. Eccoci a Vieste a rinnovare il nostro impegno per questo straordinario pezzo di Puglia. Portare qui il forum significa offrire a tutto il territorio una straordinaria opportunità di mostrarsi non solo in una prospettiva turistica. Il cinema non cerca solo bei paesaggi, cerca storie, cerca talenti, cerca professionisti, cerca investimenti e offre sviluppo sostenibile e durevole. L’organizzazione dell’edizione 2017 del forum, alla quale ha collaborato anche Pugliapromozione, è stata pensata proprio con l’intenzione di non offrire soltanto una bella location ai produttori presenti, ma per esaltare le grandi opportunità che questa terra può offrire per fare attecchire anche qui l’industria cinematografica e dell’audiovisivo”.

Nella mattinata inaugurale, giovedì 16 novembre, il programma prevede la presentazione da parte delle istituzioni presenti (Eurimages, Creative Europe, Direzione Generale Cinema del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Turismo e Apulia Film Commission) dei rispettivi servizi offerti a favore dei meccanismi di coproduzione. Nel pomeriggio e nelle due giornate successive si terranno, invece, gli incontri tra i produttori seguendo la formula dei one-to-one meetings.

Al fine di favorire la promozione del territorio, inoltre, sono organizzati per i produttori ospiti tre differenti itinerari turistici nei tre giorni dell’evento (visite al centro storico di Vieste, alle botteghe artigiane, al Trabucco di Molinella e alla città di Peschici) realizzati in collaborazione con il Comune di Vieste.

Con questo evento, la Fondazione Apulia Film Commission completa la propria strategia di costruzione della filiera industriale dell’audiovisivo, consentendo lo scambio di buone pratiche produttive, oltre che di risorse finanziarie, per consentire e facilitare la realizzazione di film in Puglia.

Il Forum è realizzato dalla Regione Puglia e Fondazione Apulia Film Commission con il Patrocinio del Comune di Vieste e di Eurimages e in collaborazione con Pugliapromozione e Aeroporti di Puglia.

Il programma delle attività e le informazioni dettagliate sui progetti selezionati sono scaricabili dal sito www.apuliafilmcommission.it/progetti/apulia-film-forum

 

13/11/2017

Il cinema fra tecnica e creatività: il Villaggio Tutto Digitale fa tappa a Bari alla Mediateca e al Cineporto

Dal 15 al 17 novembre, alla Mediateca Regionale Pugliese e al Cineporto di Bari, una nuova, specialissima edizione del VILLAGGIO TUTTO DIGITALE. In programma, workshop esclusivi con professionisti e tecnici del cinema, proiezioni, incontri con autori, presentazioni ed esposizioni di nuove tecnologie; tutto rigorosamente ad ingresso gratuito!

Seguendo un percorso logico che ha visto finora diverse edizioni svolgersi a Roma e Milano, per la prima volta approda a Bari il VILLAGGIO TUTTO DIGITALE, l’iniziativa fra ‘informazione e formazione’ della rivista Tutto Digitale; un evento prodotto da Apulia Film Commission e finanziato dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale nell’ambito dei progetti “Mediateca Regionale”, a valere su risorse del POR Puglia FESR 2014-2020, e “Viva Cinema – Promuovere il Cinema e Valorizzare i Cineporti di Puglia”, a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia. Organizzata in due location sinonimo di audiovisivo e cinema, ovvero la centrale Mediateca Regionale Pugliese e il Cineporto di Bari, alla Fiera del Levante, il VILLAGGIO TUTTO DIGITALE è un format ideato da Tutto Digitale e interamente dedicato al mondo della settima arte. La manifestazione si candida come appuntamento imperdibile per chi, a qualsiasi livello, amatore o professionista, sia interessato all’immagine in movimento. Basta un’occhiata al programma – con i vari incontri moderati da Mario Tani – per averne conferma!

Si parte mercoledì 15 novembre 2017, al Cineporto, con un intervento del direttore della fotografia Nicola Saraval, recente vincitore del Premio Internazionale Gianni Di Venanzo 2017 per la fiction RAI, I fantasmi di Portopalo, che parlerà della fotografia cinematografica fra videomaking e grandi set. A seguire, Ferdinando Cocco, Direttore di produzione de La vita in comune, Braccialetti rossi e del pluripremiato Anime Nere, affronterà un tema di particolare interesse, quello del ‘Budget Zero’, suggerendo una breve guida per chi volesse realizzare una produzione indipendente.

Il giorno successivo, giovedì 16 novembre 2017, alla Mediateca Regionale Pugliese, doppio appuntamento con ADCOM, azienda specializzata nella distribuzione di strumentazione per la ripresa professionale e leader in Italia nel settore: tutta la mattina, a partire dalle 9:30, sarà dedicata ad un completo workshop su due argomenti del momento, il video 4K HDR e il sistema di stabilizzazione DJI RONIN 2, tenuti da Giancomenico Zeppa, membro della “colorist society international” e da Federico Vio; nel pomeriggio, invece, ci sarà la possibilità di partecipare ad una sessione ‘Touch & Try’, cioè con prove pratiche individuali con tutte le macchine 4K HDR più interessanti del momento (Ursa Mini Pro 4.6K Blackmagic, la EOS

C200 Canon, la EVA 1 Panasonic, la A7RIII Sony e la GH5 Panasonic supportate dai nuovi treppiedi Gizomos e corredate con l’ultima serie di lenti Cinema SIGMA). Sempre giovedì, nel pomeriggio, seguiranno due incontri imperdibili al Cineporto: alle 16,30, infatti, Riccardo Mangiarotti, responsabile Panatronics e Official RED Dealer, parlerà di HD, 4K e oltre, e verranno illustrate le innovazioni della nuova macchina da presa per il cinema RED Weapon Monstro 8K. Ci sarà anche la possibilità di ‘mettere le mani’ su una RED Scarlet equipaggiata con le nuovissime ottiche Zeiss Compact Prime CP.3. Successivamente, alle ore 18:00, il Professor Orio Caldiron, storico, saggista e docente dell’Università La Sapienza di Roma, accompagnato da suggestive proiezioni, intratterrà il pubblico con un intervento di grande interesse, dal titolo, Il cinema allo specchio: 20 film per 20 straordinari narratori che hanno fatto storia.

Gran finale venerdì 17 novembre: alla Mediateca Regionale Pugliese si replica il programma del giorno precedenti – workshop la mattina, ‘Touch & Try’ nel pomeriggio – per dare a tutti la possibilità di trovare posto (i workshop sono infatti limitati a 30 partecipanti, previa iscrizione sul sito ufficiale ADCOM). Ma non è tutto, perché il calendario si conclude in bellezza, alle 15, con un intervento dal titolo che dice tutto, “Anche l’orecchio vuole il suo occhio”: il suono ai tempi della cinematografia reflex, con Tommaso Danisi, fonico di presa diretta e musicista, e si prosegue con l’incontro ‘Ieri, oggi, e domani’, una occasione in cui si farà il punto della situazione del cinema digitale, dalle origini, all’avvento dell’era RED, per finire con quello che prospetta il futuro fra reflex e macchine da presa, dal 4K, all’8K e oltre. Sul palco, nuovamente Riccardo Mangiarotti in compagnia di Stefano Belli, Direttore di Tutto Digitale.

E non è tutto, perché il Villaggio Tutto Digitale torna a dicembre, dal 4 al 6, nello scenario del Cineporto di Foggia, per una nuova ed esclusiva edizione dedicata alla fotografia cinematografica e dintorni di cui presto sarà presentato il programma definitivo. Appuntamento a Bari, intanto, per una tre giorni imperdibile.

L’ingresso all’evento è libero previa iscrizione inviando una mail a cinemashow@macfilm.it

A coloro che parteciperanno a tutti gli incontri in programma sarà rilasciato un attestato di partecipazione firmato Tutto Digitale.

 

 

PROGRAMMA UFFICIALE

 

Mercoledì 15 novembre 2017 | CINEPORTI DI PUGLIA/BARI

• Ore 09:30 – La fotografia cinematografica fra cinema indipendente e grandi set

con Nicola Saraval (Direttore della fotografia – Vincitore del Premio Internazionale Gianni Di Venanzo 2017 per I fantasmi di Portopalo, RAI Fiction)

• Ore 11:30 – Budget Zero: breve guida per realizzare una produzione indipendente

con Ferdinando Cocco (Direttore di produzione La vita in comune, Braccialetti rossi)

 

Giovedì 16 novembre 2017 | MEDIATECA REGIONALE PUGLIESE

• Ore 09:30/11:30 – Spazio ADCOM – DJI RONIN 2 EVENT

con Federico Vio (Filmmaker e operatore specializzato di ripresa)

• Ore 10.30/16.30 – Area TOUCH AND TRY ADCOM

• Ore 12:30/16:30 – Spazio ADCOM Workshop Video 4K HDR (max. 30 iscritti)

con Giandomenico Zeppa (CSI – Colorist Society International)

 

Giovedì 16 novembre 2017 | CINEPORTI DI PUGLIA/BARI

• Ore 16:30 – HD, 4K e oltre: arriva la nuova macchina da presa per il cinema RED Weapon Monstro 8K

con Riccardo Mangiarotti (Panatronics, Official RED Dealer)

• Ore 18:00 – Il cinema allo specchio: 20 film per 20 straordinari narratori che hanno fatto storia.

con Orio Caldiron (Università La Sapienza)

 

Venerdì 17 novembre 2017 | MEDIATECA REGIONALE PUGLIESE

•    Ore 09:30/12:30 – Spazio ADCOM Workshop Video 4K HDR (max. 30 iscritti)

con Giandomenico Zeppa (CSI – Colorist Society International)

•    Ore 13:00/15:00 – Spazio ADCOM – DJI RONIN 2 EVENT

con Federico Vio (Filmmaker e operatore specializzato di ripresa)

•    Ore 10.30/16.30 – Area TOUCH AND TRY ADCOM

• Ore 15:00 – “Anche l’orecchio vuole il suo occhio”: il suono ai tempi della cinematografia reflex

con Tommaso Danisi (Fonico di presa diretta e musicista)

• Ore 16:00 – Ieri, oggi e domani: il cinema digitale dalle origini all’era RED

con Riccardo Mangiarotti (Panatronics, Official RED Dealer) e Stefano Belli (Tutto Digitale)

 

09/11/2017

Al via le riprese del nuovo film di Sergio Rubini “Il grande spirito”

Una commedia amara e imprevedibile sull’amicizia tra due perdenti. E’ il tema del nuovo film di Sergio Rubini Il grande spirito” che a partire da oggi, giovedì 9 novembre per sei settimane, si gira nella città di Taranto.

Prodotto da Domenico Procacci, una produzione Fandango con Rai Cinema e il supporto logistico di Apulia Film Commission, il film ha come protagonisti lo stesso Rubini e Rocco Papaleo, con Bianca Guaccero e Ivana Lotito, la sceneggiatura è di Carla Cavalluzzi, Angelo Pasquini e Sergio Rubini, da un soggetto scritto dagli stessi sceneggiatori e Diego De Silva. La fotografia è di Michele D’Attanasio, le scene di Luca Gobbi e i costumi di Patrizia Chericoni.

La storia è ambientata in un quartiere della periferia di Taranto. Durante una rapina, uno dei tre complici, un cinquantenne dall’aria malmessa, Tonino detto Barboncino (Sergio Rubini) approfittando della distrazione degli altri due, ruba tutto il malloppo e scappa.

La sua corsa procede verso l’alto, di tetto in tetto fino a raggiungere la terrazza più elevata, per rifugiarsi in un vecchio lavatoio, dove trova uno strano individuo (Rocco Papaleo) dall’aspetto eccentrico: sostiene di chiamarsi Cervo Nero e di appartenere alla tribù dei Sioux.

Dal suo canto Tonino è sotto assedio: il quartiere è presidiato dai suoi inseguitori, gli angoli delle strade controllate.

In questa immobilità forzata, realizzando di essere completamente solo, a Tonino non rimane che un’unica disperata alternativa: allearsi con quello squilibrato che si comporta come un pellerossa e che, proprio perché guarda il mondo da un’altra prospettiva, potrà forse fornirgli la chiave per uscire dal vicolo cieco in cui è finito.

Archivio contenuti|«123456 » »|