News

Selezionati i 10 progetti del Social Film Fund Con Il Sud

La Commissione del Social Film Fund Con il Sud, presieduta dal regista e sceneggiatore Gennaro Nunziante, ha terminato la valutazione delle proposte selezionando 10 progetti su 94 ritenuti ammissibili. In risposta al Bando sono pervenute circa cento proposte, mettendo in rete complessivamente 350 organizzazioni diverse tra imprese cinematografiche e organizzazioni del Terzo settore.

Di seguito l’elenco dei dieci progetti selezionati, con le province di riferimento dei partner: “Compagni di viaggio” di Sara De Martino (cortometraggio, Lumen Film con Associazione culturale Occse e Consorzio Concreto di Matera), “Guasto” di Paola Crescenzo (cortometraggio, Passo Uno Produzioni con Centro Auser “Rossana Benzi” e Cooperativa sociale Eridanopuglia di Brindisi), “A casa lavori in corso” di Luciano Toriello (documentario, Toriello Luciano D.I. con Osservatorio Giulia & Rossella di Bari, Associazione Lavori in corso e Cooperativa sociale Paidos di Foggia), “Madre nostra” di Lorenzo Scaraggi (documentario, Sintesi con Cooperativa sociale Semi di vita e Forum Agricoltura Puglia di Bari), “Coltivatori di cambiamento” di Tommaso Faggiano (documentario, Medit Film con Casa delle agricolture, Associazione Diritti a Sud, Associazione Abitare i Paduli, Associazione Ciaula, Associazione Oltre mercato Salento, Associazione Salento Km0 di Lecce), “La ricreazione” di Nour Gharbi (cortometraggio, Raganella Production con Cooperativa sociale Zorba e Cooperativa sociale Centro lotta al disagio di Bari), “Santa perseguitata” di Alessandro Piva (cortometraggio, Seminal Film con Giraffa – Gruppo indagine resistenza alla follia femminile Onlus di Bari e Associazione L’Albero di Potenza), “Ponticelli la terra buona” di Registi Atelier di Cinema del Reale (documentario, Parallelo 41 con Arci Movie e Mediateca di Napoli Il Monello); “Il sistema Sanità” di Mario Pistolese e Adrea De Rosa (documentario, Upside con Fondazione San Gennaro Onlus e Cooperativa sociale La Paranza di Napoli), “Aspettando la cuccagna” di Simone Salvemini (documentario, La Kinebottega con Associazione culturale Casarmonica e Cooperativa sociale Oasi Onlus di Brindisi).

La visione di un film non si esaurisce sempre in un momento di evasione – precisa l’assessore all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia Loredana Capone-, spesso è un modo per conoscere meglio il mondo che ci circonda, le sue aspirazioni, le sue contraddizioni. Per scoprire cosa si è sfilacciato nel corso degli anni, discernere le necessità, le risorse, i limiti, le potenzialità. Siamo partiti da qui con Fondazione CON IL SUD quando abbiamo immaginato lo strumento del Social Film Fund. Volevamo che il cinema del Sud riflettesse sui temi sociali e culturali di rilievo nel Sud, che contribuisse alla loro diffusione, creando un contatto autentico tra la dimensione sociale e quella personale. Sono certa che i dieci progetti finanziati assolveranno appieno questo obiettivo. Il lavoro della Commissione valutatrice è stato difficile e più lungo del previsto, e per questo ancora più prezioso, ma il carattere assolutamente sperimentale del bando imponeva una scelta, almeno in questa prima fase. D’altra parte dare voce a un Sud che non si arrende era più urgente che mai e ripartire dal sociale ci sembrava il primo mattone da mettere in posa per ricostruire dal basso le nostre città e le nostre comunità”.

Mai come ora c’è una grande necessità di raccontare la società italiana e le sue evoluzioni, mettendo al centro le grandi o piccole questioni sociali che interessano il nostro Mezzogiorno – ha evidenziato Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione CON IL SUD – Questa è la scommessa del Social Film Fund Con il Sud: prevedendo una collaborazione tra imprese cinematografiche ed enti del Terzo settore meridionale, abbiamo avviato una sperimentazione unica nel suo genere per fare emergere storie significative e coerenti con il vissuto sociale, civile e culturale dei nostri territori. La sfida di questa sperimentazione è già nella collaborazione con la Fondazione Apulia Film Commission, mettendo insieme risorse pubbliche e private, ma soprattutto approcci e competenze differenti per un obiettivo condiviso e per creare innovazione sociale. Sfida che ora passa alle realtà del cinema e del Terzo settore coinvolte dai progetti, affinché siano implementate queste ‘alleanze di senso’, per il bene del Paese. Sono convinto, infatti, che i dieci progetti selezionati possono contribuire a diffondere importanti tematiche sociali, a far riflettere e sensibilizzare pezzi di opinione pubblica distratta o disabituata a questi tipi di racconti. In altri termini – conclude Borgomeo – a raccontare un pezzo di Sud e di Italia che esiste eccome, ma che spesso, purtroppo, non è altrettanto mediaticamente rappresentato”.

Il presidente Maurizio Sciarra, il direttore generale Antonio Parente e tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione di Apulia Film Commission, insieme a Carlo Borgomeo e a Marco Imperiale, rispettivamente presidente e direttore della Fondazione CON IL SUD ringraziano le numerose società di produzione e le associazioni del Terzo settore che hanno partecipato al bando, oltre a tutti i componenti della commissione per il prezioso lavoro fatto.

La graduatoria completa, con l’elenco dei progetti che hanno ottenuto un punteggio uguale o superiore a 60/100, è pubblicata sui siti web dell’Apulia Film Commission (www.apuliafilmcommission.it) e della Fondazione CON IL SUD (www.fondazioneconilsud.it).

Nelle prossime settimane sarà fissata la data di presentazione ufficiale dei progetti con un evento pubblico per illustrare le iniziative selezionate.

GRADUATORIA