Eventi

Cineporto Foggia/ “Maestro sarà lei! Parole, luci e suoni nel cinema”

Il cinema si racconta. Lo fa attraverso sei grandi professionisti del cinema italiano: i registi Daniele Ciprì, Matteo Oleotto e Alessandro Piva, gli sceneggiatori Massimo Gaudioso e Daniela Gambaro e il musicista Riccardo Giagni. Sono questi i protagonisti della tre giorni “Maestro sarà lei!. Parole, luci e suoni nel cinema”, iniziativa a ingresso libero articolata tra workshop e proiezioni che si svolgeranno da giovedì 15 a sabato 17 al Cineporto di Foggia (segreteria amministrativa: Fabrizio Rinaldi 348.790.94.63; info: www.apuliafilmcommission.it).

Scrittura, fotografia, musica e regia sono i quattro mestieri del cinema che saranno al centro di conversazioni con il pubblico e proiezioni del progetto “Maestro sarà lei!”. Il progetto intende, infatti, restituire identità ad alcune delle più affascinanti figure professionali del cinema.

A moderare gli incontri sarà il regista Alessandro Piva, che commenta: “Ciò che in modo generico e un po’ superficiale si definisce “lo stile di un regista”, è a ben vedere la sintesi del contributo di molte creatività che lavorano a un comune intento sotto la supervisione dell’autore. Sono esse racchiuse nei nomi che scorrono nei titoli dei film e ai quali si concedono spesso solo poche occhiate distratte, talvolta mentre ci si sta preparando ad abbandonare la sala. Ecco, dietro tutti quei nomi, dietro al loro lavoro si nasconde la pattuglia di professionisti che contribuisce alla realizzazione di un film”.

Articolata in due momenti diversi – alle 17.30 incontro con l’autore e alle 21 proiezione del film – la prima giornata, giovedì 15, vedrà ospiti il regista e direttore della fotografia Daniele Ciprì e lo sceneggiatore Massimo Gaudioso, che approfondiranno gli aspetti teorici e tecnici relativi al rapporto tra regia, scrittura per il cinema e uso della luce e del colore. A seguire la proiezione del film “È stato il figlio” di Daniele Ciprì, migliore fotografia alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e tre nomination ai Nastri d’Argento.

Il giorno dopo, venerdì 16, il regista Matteo Oleotto e la sceneggiatrice Daniela Gambaro indagheranno sulla genesi di un film e sullo stretto rapporto che intercorre tra regia e sceneggiatura. La serata prosegue con la visione del film “Zoran, il mio nipote scemo” di Matteo Oleotto, Globo d’oro alla miglior opera prima e due nomination ai David di Donatello.

Infine, sabato 17, il regista Alessandro Piva e il musicista Riccardo Giagni converseranno sulla relazione tra regia, colonna sonora e scelta di brani editi. Chiusura affidata alle immagini di “Pasta nera” di Alessandro Piva, premiato alla Mostra del Cinema di Venezia e nomination ai David di Donatello per il documentario.

Le iscrizioni (gratuite), possono essere inviate tramite la pagina ufficiale dell’evento su Facebook (https://www.facebook.com/maestrosaralei), mentre gli iscritti che saranno presenti a tutti e tre gli incontri, riceveranno un attestato di partecipazione.

 

Il progetto è finanziato da Apulia Film Commission su risorse FSC 2007-2013 “Cineporti di Puglia” e organizzata dalla società di produzione romana Olivud.